Turismo: 50 imprenditori per Santa Teresa Gallura Experience

Insieme per nuovo modello di accoglienza post pandemia

Un nuovo modo di progettare l'accoglienza turistica: è Santa Teresa Gallura Experience, ossia la scelta di oltre cinquanta imprenditori locali di unire le forze per promuovere la destinazione e affrontare l'emergenza economica post pandemica. Migliorare l'attività di accoglienza, puntando sulla qualità dei servizi e sul turismo esperienziale, creare una struttura associativa fondata su collaborazione e condivisione di obiettivi e strategie, lavorare per rafforzare il brand Santa Teresa a livello internazionale: sono questi gli obiettivi dichiarati della nuova alleanza.

"Durante la quarantena abbiamo capito che avremmo dovuto affrontare una crisi senza precedenti e abbiamo pensato di unirci per sopportare meglio la botta economica in arrivo - spiega Maurizio Sini, portavoce dell'associazione - Abbiamo abbandonato le nostre zone di comfort per lavorare a questo progetto di rilancio". Nell'immediato sono state studiate massicce azioni di comunicazione social, da Facebook a Instagram, col nome e il logo Santa Teresa Gallura Experience, un link tra visitatore e aziende. "Non ci fermeremo qua - assicura Sini - abbiamo ambiziosi progetti per il futuro, anche in una prospettiva più lunga, per proporci al mercato con una forza e una modalità inedite".

L'associazione comprende servizi di trasporto, ristoranti, hotel, locali, diving, agenzie immobiliari, agenzie di viaggio, escursionisti in bici, in canoa, in barca, guide turistiche, gestione dei siti archeologici, agriturismi, maneggi, boutique, b&b e molto altro. "Ci inorgoglisce molto aver creato un gruppo così numeroso - sottolinea il portavoce del nuovo sodalizio - le potenzialità sono notevoli, uniti raggiungeremo gli obiettivi prefissati".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie