Borrelli, le Sae a Sarnano sono a posto

Capo protezione civile, 'non mi muovo finché tutto chiarito'

(ANSA) - SARNANO (MACERATA) - "Abbiamo verificato in quest'area le Sae sono tutte a posto, stiamo aspettando l'ultima certificazione che ci arriverà adesso relativa all'accensione delle caldaie". Lo ha detto il capo della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli al termine di un incontro, a porte chiuse, ma dai toni piuttosto concitati, in una delle 9 casette a Sarnano non consegnate dal sindaco Franco Ceregioli, che ha segnalato varie criticità. All'incontro hanno partecipato il sindaco, l'assessore regionale alla Protezione Civile Angelo Sciapichetti e Giorgio Gervasi, presidente del Consorzio Arcale che ha l'appalto per la costruzione delle Sae. "Ricevuta questa certificazione da parte dei tecnici - ha aggiunto Borrelli - il sindaco procederà a prendere le chiavi e consegnerà le soluzioni abitative d'emergenza alla popolazione". Secondo il capo della Protezione civile "c'è stato un equivoco sulla data di consegna delle Sae". "La ditta faceva affidamento sull'ultimo giorno, il 27 dicembre mattina, per montare le ultime cose: ovviamente il sindaco ha verificato che mancavano queste cose e ha sospeso prima la consegna delle Sae". Per il sindaco Ceregioli, non erano stati completati i lavori all'esterno (vialetti, cumuli di terra, asfaltatura rovinata, catrame sulle aiuole), mentre all'interno, "oltre alla sporcizia", non erano stati montati o mancavano i complementi di arredo previsti. Quanto alla situazione delle altre casette - ha concluso Borrelli che oggi prosegue il giro in altri centri tra cui Visso e Caldarola -, "le andremo a vedere, stiamo vedendo caso per caso: io non mi muoverò da qui se non abbiamo chiarito la situazione"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: