Assenteismo Piacenza, chiesto processo

L'inchiesta del 2017 coinvolse oltre cinquanta dipendenti

(ANSA) - PIACENZA, 18 MAG - Si sono chiuse le indagini preliminari per la maxi inchiesta sull'assenteismo che nel giugno del 2017 aveva messo nei guai più di 50 dipendenti del Comune di Piacenza, ribattezzati poi i "furbetti del cartellino". Il sostituto procuratore Antonio Colonna ha chiesto al tribunale il rinvio a giudizio di 31 dipendenti. Nei mesi scorsi, la posizione di altri 18 indagati era stata archiviata dal gup, mentre uno aveva già patteggiato e un altro aveva ottenuto la messa in prova. L'udienza preliminare è prevista per lunedì 20 maggio. "Si tratta di fatti gravi - ha detto il procuratore di Piacenza Salvatore Cappelleri - che hanno coinvolto un numero considerevole di dipendenti, se rapportati ai dipendenti del Comune. Fatti confermati dai tanti licenziamenti. L'augurio è che questa inchiesta abbia avuto una finalità preventiva".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA