Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Tv
  4. Da Amadeus a Beck per il cartoon che "parla" a tutti

Da Amadeus a Beck per il cartoon che "parla" a tutti

Cast all star per LA serie inclusiva Lampadino e Caramella

(ANSA) - ROMA, 10 FEB -

C'è il Sole a far da narratore con la voce di Giuseppe Zeno. L'Armadillo Armadillus con l'inconfondibile nasotto alla Amadeus. E poi Becky, l'orsetto chef come Heinz Beck; Bruno Canguro alla prima volta da doppiatore di Bruno Vespa; Billie, lo scoiattolo volante, rock come Gianna Nannini; e Pingio, il pinguino gelataio di Giorgio Lupano. È una reunion all star "Lampadino e Caramella nel MagiRegno degli Zampa", seconda stagione del cartone prodotto da Raffaele Bortone e Andrea Martini per Animundi, in collaborazione con Rai Ragazzi, che è soprattutto il primo e unico cartoon al mondo che si rivolge a tutti bambini insieme, con o senza deficit sensoriali. "In questi due anni di pandemia - racconta il direttore di Rai Ragazzi Luca Milano - i nostri programmi sono diventati ancora più importanti per i bambini e le famiglie. Sono stati un servizio sociale, che oltre a educare e divertire doveva dare fiducia e senso di condivisione. Lampadino e Caramella è nata come operazione di inclusione ed è diventato uno show, un cartone tra i più belli della tv europea degli ultimi anni". Tanto che per la sua valenza pedagogica e sociale ha ottenuto il contributo del ministero della Cultura e il Premio Unicef 2002 a Cartoons on the bay ed è tra le serie animate più viste su tutti i canali tematici nazionali, con picchi da oltre 300 mila spettatori e 3% di share. I venti nuovi episodi, al via da lunedì 14 febbraio, tutti i giorni, alle 8.45 e alle 18.20 su Rai Yoyo e in boxset anche su RaiPlay, continuano così ad affiancare ancora all'animazione "tradizionale" metodi integrati (la tecnica del Cartoon Able) per arrivare a tutti i bambini. Oltre ai sottotitoli, per i piccoli con problemi di udito, accanto ai personaggi disegnati ci sono anche i grandi baloon con le battute recitate in lingua Lis da attori live. Le storie sono fruibili dagli ipovedenti grazie alla voce narrante che racconta ogni scena (il cartone sarà trasmesso anche solo in audio dal 15 marzo su Rai Radio Kids), ma anche da chi ha disturbi dello spettro dell'autismo grazie a una particolare scelta nei colori e forme. In questa seconda stagione, poi, i protagonisti sono ispirati a fattezze e caratteristiche dei 30 personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura, dello sport e dell'imprenditoria che hanno voluto prestare loro la voce. "Un'operazione - commenta Milano - che mi ricorda i concerti Safe for Africa, in cui tutti hanno voluto essere vicini ai bambini con difficoltà di percezione". "Mi sono divertito tantissimo, anche se doppiare un personaggio è difficilissimo, altro che roba da bambini", scherza chef Heinz Beck. Per lui e il suo Becky, la puntata dedicata al mangiar sano e bene con Il fiore della bontà. "I bambini sono il futuro - dice - Dobbiamo fare di tutto perché crescano sani e con valori sani. Per questo sono sempre disponibile quando si tratta di investire il mio tempo per loro. A tavola però - sorride - la tv dovrebbe essere spenta, per chiacchierare con i genitori e amici". "Il mondo è stato disegnato da un maggioranza, ma esistono anche le minoranze", racconta Lupano, che nella serie ha il doppio ruolo di doppiatore e anche attore in Lis, imparato ai tempi dello spettacolo teatrale Figli di un Dio minore. "Questo cartone - dice - è un grandissimo passo avanti per far capire che ci sono bambini che hanno anche altri approcci alla realtà". Minoranze, ma da numeri enormi. Sono infatti "19 milioni i bambini ipovedenti nel mondo, un milione e mezzo quello ciechi totalmente - raccontano i produttori - e 72 milioni le persone che usano la lingua dei segni". Ora "il progetto parte dall'Italia - conclude Milano - ma sta suscitando molto interesse anche in altre realtà europee". (ANSA).

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie