Visco: 'Sì a calo tasse ma rispetto vincoli'

Bisogna vedere tempi e modi. Reddito inclusione positivo

 "È una buona cosa riuscire a ridurre tutte le imposte perché dopo 50 anni ci vuole una riforma fiscale, ma bisogna vedere i modi e i tempi".

Lo ha detto il governatore di Bankitalia Ignazio Visco interpellato su Flat Tax e reddito di cittadinanza alla Repubblica delle idee, spiegando che "l'obbiettivo è positivo ed è ovvio che bisogna difendere i più deboli".

A suo avviso poi "il reddito d'inclusione va nella direzione che vuole essere rafforzata dal Governo, perché bisogna dare opportunità a tutti, ma bisogna capire i modi e i tempi e avere chiari i vincoli di bilancio".
   

Per Visco, il rialzo dello spread è una "reazione emotiva" a cui si deve risponere con  "elementi di razionalità. E' evidente - ha proseguito - che i rischi sono percepiti, parliamo di tassi d'interesse e non di spread. Il nostro debito pubblico - ha spiegato - sta per 1/3 all'estero, il tasso è salito da sotto il due a sopra il 3% ed è salito perché è più difficile collocare i titoli di stato italiani" a suo avviso ci sono "rischi emotivi che hanno sempre dietro un tasso di razionalità: la componente del debito pubblico è rilevante, nel resto del mondo spesso si discute sul nostro Paese, parlando di corruzione, giustizia e tasso partecipazione al lavoro, ma il‎ debito delle famiglie italiane è il più basso e la capacità delle imprese di esportare è alta". "Di fatto - ha aggiunto- il debito degli italiani non è più alto della media dell'Ue, casomai il contrario".

"Fare una riforma fiscale - haq concluso il governatore - richiede delle scelte che debbono essere fatte con un approfondimento. Bisogna cercare di non avere troppe vie nazionali perché in Europa ci stiamo da europei e bisogna avere dei sistemi il più possibile uniformi sicuramente nel campo delle imposte ma credo che valga per molte altre cose".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Vai al sito: Who's Who