Leonardo: De Gennaro, nasce la Fondazione, la guiderà Violante

Con 70 anni di storia 'così racconteremo la cultura industriale'

    Sarà l'ex Presidente della Camera Luciano Violante il presidente della Fondazione che Leonardo, l'ex Finmeccanica, è pronta a lanciare "per raccontare" la cultura industriale e di impresa (ispirandosi alla rivista 'Civiltà delle Macchine' che pubblicò dal 1953), dialogare con i territori dove il gruppo è presente, valorizzare il suo patrimonio culturale e museale, diffondere studi e ricerche. Il presidente di Leonardo, Gianni De Gennaro, lo ha annunciato soffermandosi a lungo sul progetto durante l'evento per celebrare i 70 anni della società.

    "Abbiamo un passato importante ma nel presente siamo un'azienda che investe il 13% del proprio fatturato in ricerca e sviluppo, impiega circa 45mila persone di cui 29mila in Italia, oltre a 100.000 tra occupati indiretti ed indotto, un'azienda che opera in ben quattro mercati domestici, esporta l'85% del proprio prodotto ed ha un fatturato annuo di 12 miliardi.
    Vogliamo farlo sapere e, soprattutto, saperlo raccontare", dice De Gennaro. "Per questo, abbiamo deciso di costituire una Fondazione".

  Il progetto che Leonardo ha in cantiere, e che la società è prossima a lanciare, prevede la nascita di una Fondazione "che ha come scopo la valorizzazione - ha indicato De Gennaro - del nostro prezioso patrimonio di conoscenza e di cultura d'impresa, ma che al contempo dovrà essere in grado di diffondere la cultura della tecnologia al servizio del bene comune, nel segno di un nuovo "umanesimo industriale", guardando al nostro passato quale fonte di ispirazione per aiutarci a costruire il futuro per noi e per i territori in cui siamo presenti ed operosi"

   "Vogliamo aprire, potenziare e sviluppare il nostro patrimonio museale e promuovere l'educazione scientifica ed interdisciplinare a tutti i livelli di istruzione. Vogliamo stimolare il dibattito pubblico sulle nuove tecnologie e sugli impatti che queste avranno sull'industria e sulla società. Vogliamo in sintesi - spiega il presidente di Leonardo - dotarci di uno strumento snello, ma efficace, che possa agire in coordinamento con le altre realtà in cui Leonardo è presente - penso soprattutto alla Fondazione Ansaldo - per creare quelle sinergie virtuose nel nome di alti obiettivi comuni. Stiamo lavorando a tante idee che si tradurranno in iniziative utili per il raggiungimento di questi obiettivi, ma nello spirito di questa serata in cui celebriamo l'eredità del nostro passato e lanciamo nuove sfide per il futuro, abbiamo scelto un simbolo che credo possa ben rappresentare tutto questo: il simbolo è Civiltà delle Macchine. La splendida rivista di Finmeccanica, nata nel 1953, da un'idea di Leonardo Sinisgalli", il 'poeta ingegnere', come viene ricordato per aver fatto convivere cultura umanistica e cultura scientifica nel suo lavoro di poeta, saggista e critico d'arte. La rivista che ideò per Finmeccanica, nata appena 5 anni prima (nel 1948 come 'Società Finanziaria Meccanica') "anticipava già all'epoca il messaggio di dialogo tra Civiltà e Tecnologia: quello stesso messaggio - sottolinea De Gennaro - che vorremmo cercare di riproporre e far rivivere attraverso la Fondazione".

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Video Economia



Vai al sito: Who's Who