Borsa, Milano maglia nera con Atlantia

Corrono Tenaris ed Eni, male Leonardo. Bene oro, giù future Usa

(ANSA) - MILANO, 16 SET - Borse europee in rosso a metà seduta, appesantite dalle tensioni in Medio Oriente e dall'impennata del prezzo del petrolio, seguite all'attacco dei ribelli yemeniti agli impianti sauditi. Milano resta maglia nera (-1%), davanti a Parigi (-0,7%), Francoforte (-0,6%) e Londra (-0,2%), in attesa di conoscere gli esiti del faccia a faccia tra il premier Boris Johnson e il presidente della commissione Ue Jean-Claude Junker. Il petrolio, sia wti che brent, resta in rialzo di oltre l'8%, spingendo gli investitori a proteggersi con beni rifugio come l'oro (+1%). In calo, invece, i future su Wall Street.
    A Piazza Affari crolla Atlantia (-7,7%) sotto pressione dopo gli sviluppi dell'inchiesta per i report falsificati e in attesa delle delibere di Autostrade ed Edizione. Tutto in rosso il listino, con Leonardo (-2,6%), Campari (-1,9%) e Banco Bpm (-1,8%) tra i peggiori, mentre gli acquisti sono concentrati solo sui petroliferi Tenaris (+3,6%), Eni (+2,6%) e Saipem (+2,2%).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who