Borsa: Milano chiude male settimana

Spread 180, pesanti petroliferi, perdite per Fca e Ferragamo

(ANSA) - MILANO, 27 MAR - Ultima seduta di settimana in forte perdita a Piazza Affari (-3,15%), come per le principali Borse europee, con le stime sul Pil in discesa e la fiducia dei consumatori che cala, con l'emergenza coronavirus. Ad avere la peggio è stata l'industria, con Buzzi (-8,7%), scontate le prese di beneficio dopo avere deciso di dare il dividendo, e Azimut (-7,4%). Male le banche, come Fineco e Bper(-6,4%), Unicredit (-5,3%), Banco Bpm (-4,8%) e Intesa (-3,9%), con lo spread chiuso a 180 punti. Lo stesso il sistema di pagamento Nexi (-7,4%). Sofferenti le auto, con Fca (-5,9%), coi report di Moody's e di S&P, che ha tagliato il rating a Daimler e Bmw.
    Niente di buono per i petroliferi, da Eni (-5,6%) a Saipem (-4,9%), col greggio in picchiata (wti -6%). Giornata nera per il lusso, con Ferragamo (-5,5%) e Moncler (-3,6%).
    Bene alcune utility, come Terna (+2,9%) e Hera (+2,5%), favorita dagli analisti dopo i conti. Perdite contenute per Cnh (-0,7%) e Exor (-0,6%). In calo Tim (-1,2%), Poste (-3%) e Enel (-1,9%).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie