IT Corvallis, minibond strumento ideale

Tre emissioni su ExtraMot, investimenti in ricerca e innovazione

(ANSA) - ROMA, 10 DIC - "Il minibond è lo strumento ideale che ci ha permesso di ragionare su un obiettivo di investimento di medio periodo, di concentrarci sulla produzione di nuovi prodotti e di lavorare sulla formazione delle nostre risorse".
    Così il direttore generale di Corvallis Holding, Laura Fincato, racconta l'esperienza del gruppo IT che dal 2014 a oggi ha effettuato tre emissioni, per un totale di 38 milioni di euro, sul segmento ExtraMot Pro di Borsa Italiana.
    "Tra i sottoscrittori abbiamo avuto anche Cassa depositi e prestiti e Iccrea e quest'anno abbiamo dovuto riaprire l'emissione per accogliere ulteriori investitori interessati", spiega Fincato, aggiungendo che l'attività dell'azienda "è focalizzata sui mercati bancari e assicurativi interessati alla digitalizzazione". Per cui, una parte delle risorse raccolte viene utilizzata per investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione, un ambito su cui il gruppo investe costantemente per creare ecosistemi di business basati sulle tecnologie digitali, con il sostegno di università, centri di ricerca e imprese. Con un giro d'affari di circa 160 milioni di euro, Corvallis è uno dei primi operatori di Information technology in Italia, con oltre 30 anni di esperienza e tre centri di ricerca.
    Il gruppo, con sede a Padova, opera attraverso una realtà costituita da 17 aziende specializzate, con oltre 1.500 dipendenti, 19 sedi operative e più di 400 clienti.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie