Cna, centri di revisione strategici

Appello alla politica per aggiornare le norme per i veicoli

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Norme obsolete e incomplete sulle revisioni dei veicoli penalizzano le 9 mila centri di revisione privati e rischiano di compromettere la sicurezza stradale. Lo afferma la Cna che lancia un appello a Governo e Parlamento per migliorare la sicurezza e assicurare il rispetto dell'ambiente costruendo un efficace e moderno sistema di accertamento degli autoveicoli in circolazione. I centri di revisione privati, che per il 93% sono microimprese, svolgono un ruolo "strategico", secondo i dati dell'associazione: con 25 mila occupati garantiscono ogni anno 16 milioni di revisioni e fatturano oltre un miliardo di euro. Nell'appello della Cna "il ruolo strategico dei centri di revisione per il rafforzamento della sicurezza stradale" vengono indicate una serie misure. In particolare è ritenuto urgente il decreto per consentire ai centri di controllo privati la revisione dei mezzi pesanti; estendere l'autorizzazione sulle operazioni di collaudo; rafforzare il ruolo di supervisione della motorizzazione; dare attuazione alla nuova disciplina sugli ispettori dei centri di controllo privati e aggiornare le tariffe. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
      BANCA IFIS
      Vai alla rubrica: PMI



      Modifica consenso Cookie