Puigdemont, torno solo se ci sarà rispetto del voto

Per ora restiamo a Bruxelles

"La nostra intenzione è di tornare il più rapidamente possibile a casa": lo ha detto il presidente catalano destituito Carles Puigdemont a Bruxelles, ma solo "se sarà rispettato il risultato elettorale" dello scrutinio del 21 dicembre e se "lo Stato ci garantisce che sarà rispettato". Puigdemont ha sottolineato che "per ora restiamo qui" a Bruxelles, perché "non abbiamo ancora avuto la risposta se possiamo spostarci". "Ricordatevi che queste elezioni in Catalogna" del 21 dicembre "avvengono in condizioni non normali". È l'avvertimento lanciato da Puigdemont, ricordando i colleghi ancora in carcere in Spagna e l' 'esilio' suo e di altri 4 ex ministri a Bruxelles. "C'è una contraddizione evidente", ha aggiunto, ricordando le misure prese da Madrid facendo scattare l'articolo 155, commissariando la Catalogna.   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA