Nissan: Ghosn rimane in carcere

Per abuso di fiducia aggravata, detenuto dal 19 novembre

   Il pubblico ministero di Tokyo ha formalizzato una seconda incriminazione nei confronti dell'ex presidente del gruppo Nissan-Renault-Mitsubishi Motors, Carlos Ghosn, con l'accusa di abuso di fiducia aggravata. L'ex tycoon 64enne si trova in stato di fermo al centro di detenzione della capitale nipponica dal giorno del suo arresto, il 19 novembre.

Il team legale dell'ex tycoon ha prontamente richiesto la libertà su cauzione, ma lo stesso avvocato difensore ha già ammesso che le probabilità di successo sono alquanto remote per via della complessità degli incartamenti e per il fatto che Ghosn continui a negare ogni accusa.

 


   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA