Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: frena in gennaio indice dei prezzi al consumo, +0,9%

In dicembre il Cpi era stato dell'1,5%

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 16 FEB - In frenata in Cina l'indice dei prezzi al consumo (Cpi), un indicatore principale dell'inflazione, che nel mese di gennaio è aumentato dello 0,9% su base annua, in calo rispetto all'aumento dell'1,5% del mese precedente.
    È quanto emerge dai dati odierni del National Bureau of Statistics, che mostrano come in particolare i prezzi dei prodotti alimentari sono diminuiti del 3,8% su base annua, con un calo di 2,6 punti percentuali in più rispetto a quello di dicembre 2021.
    Il prezzo della carne suina, alimento primario in Cina, è diminuito del 41,6% su base annua, rispetto al 36,7% del mese precedente, mentre i prezzi del settore non alimentare sono cresciuti del 2% rispetto a un anno prima, in calo rispetto all'aumento del 2,1% riportato nel dicembre 2021.
    Il Cpi di base, che esclude i prezzi relativi ad alimenti ed energia, ha guadagnato l'1,2% su base annua, in linea con il mese precedente.
    I dati odierni mostrano inoltre come l'indice dei prezzi alla produzione del Paese, che misura i costi dei beni alla soglia della fabbrica, sia salito del 9,1% su base annua nel mese di gennaio. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie