Tensione in Medio Oriente, 6 morti in operazione aviazione israeliana

Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani

Almeno "sei membri del regime siriano e dei suoi alleati" sono rimasti uccisi nell'operazione dell'aviazione israeliana che sabato ha centrato la postazione in Siria da dove era partito il drone iraniano che ha violato lo spazio aereo dello Stato ebraico. Lo sostiene, via Twitter, l'Osservatorio siriano per i diritti umani (Ondus), riportato dai media israeliani, che parla di morti "siriani e di nazionalità non siriana" senza specificare altro.

La Casa Bianca "sostiene i diritti di Israele a difendersi dalle milizie siriane sostenute dall'Iran nella Siria meridionale" e chiede a Teheran e ai suoi alleati di "cessare le azioni provocatorie e lavorare per la pace nella regione". Lo rende noto la presidenza Usa dopo l'offensiva ieri di Israele nella Siria del sud.

Il jet abbattuto - Un F16 israeliano che partecipava ad un'azione in Siria è 'stato abbattuto dalla contraerea siriana', secondo la tv di Damasco, mentre si trovava nel territorio di Israele. Il jet tornava alla base dopo avere colpito una postazione iraniana in Siria dalla quale era stato lanciato un drone. Mosca è 'preoccupata' e chiede 'a tutte le parti coinvolte moderazione e di evitare qualunque azione che possa aggravare la situazione'.

Portavoce militare, 'Siria e Iran giocano col fuoco'  - In una conferenza stampa con giornalisti stranieri il portavoce militare israeliano Col. Jonathan Conricus ha avvertito che "Siria e Iran stanno giocando col fuoco", precisato che le operazioni israeliane odierne avevano un "carattere difensivo" e ha così sintetizzato la sequenza temporale degli eventi. - Ore 4.30 locali (un'ora prima in Italia): Un drone iraniano "in missione militare" viene intercettato e abbattuto presso la città israeliana di Bet Shean, a sud del Lago di Tiberiade. - Un'ora dopo l'aviazione israeliana colpisce in Siria a Palmira (Tadmor) la base iraniana da cui era stato lanciato il drone. Contro gli otto velivoli israeliani, viene attivato un fuoco "massiccio" dell'antiaerea siriana. - Al ritorno dall'incursione un aereo israeliano F16 si schianta in una zona disabitata nel Nord di Israele dopo che i piloti si sono lanciati dall'abitacolo. "E' probabile che ciò sia da collegarsi al fuoco da terra, ma stiamo ancora verificando". Uno dei piloti "è ferito in modo grave".

Mosca preoccupata, evitare di innescare escalation - "Apprendiamo con grande preoccupazione i recenti sviluppi in Siria. Chiediamo a tutte le parti coinvolte moderazione e di evitare qualunque azione che possa aggravare la situazione". Così il ministero degli Esteri russo commenta la tensione delle ultime ore in Medio Oriente. "Consideriamo assolutamente necessario rispettare la sovranità e l'integrità territoriale della Siria e degli altri paesi della regione", aggiunge il dicastero in una nota pubblicata sul proprio sito.

Iran-Siria, 'drone era a Homs, lontano da Israele' - Il comando militare congiunto iraniano-Hezbollah-siriano ha affermato oggi che il drone iraniano intercettato dell'aviazione militare israeliana non ha sconfinato nello spazio aereo di Israele e accusa il Paese di "diffondere menzogne". Sul profilo Twitter di 'Media di guerra', la piattaforma mediatica delle operazioni congiunte tra Iran, Hezbollah e il governo siriano, si riporta il comunicato della 'Stanza operativa degli alleati' della Siria. Secondo il comunicato l'aereo senza pilota "era partito dalla base aerea di Tayfur (nei pressi di Homs, nella Siria centrale) ed era diretto verso est alla ricerca di "cellule dell'Isis". "E' una menzogna - aggiunge il comunicato - che l'aereo fosse entrato nello spazio aereo della Palestina occupata", in riferimento a Israele. Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano, Bahram Ghassemi, ha detto che l'annuncio di Israele di aver abbattuto un drone iraniano è così ridicolo da non essere preso neanche in considerazione. Ghassemi ha dichiarato che l'Iran ha fornito alla Siria consulenza militare su richiesta del legittimo governo siriano. Pertanto, ha aggiunto, queste accuse sono ridicole. Secondo il portavoce iraniano, inoltre, il governo e l'esercito siriani hanno il diritto di difendere l'integrità territoriale del Paese e di rispondere a qualsiasi aggressione stranieri. "Israele non può continuare ad accusare gli altri per continuare le sue aggressioni e i suoi crimini", ha sottolineato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA