Kamala Harris,multe per gap salari donne

Sanzioni per chi le paga meno ed esclusione da appalti federali

(ANSA) - WASHINGTON, 20 MAG - Multe alle società che riconoscono alle donne salari più bassi ed esclusione dagli appalti federali: è quanto prevede un progetto presentato dalla senatrice Kamala Harris, candidata democratica alla Casa Bianca, per sanare il divario salariale di genere, che negli Stati Uniti è ancora molto alto e che colpisce in particolare le donne nere e ispaniche. Harris vuole che le compagnie con oltre 100 dipendenti ottengano la 'Equal Pay Certification' e dichiarino sul proprio website se ne sono in possesso o meno. Le eventuali differenze salariali dovranno essere giustificate sulla base del merito, delle performance e dell'anzianità. In caso di violazione, le aziende saranno multate dell'1% dei loro profitti giornalieri per ogni 1% di divario salariale ingiustificato nel corso dell'anno fiscale. Se diventasse presidente, la senatrice bandirebbe con un ordine esecutivo i fornitori federali che non ottengono entro due anni il 'certificato di salario uguale", per contratti dai 500 mila dollari in su.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA