Investì giovane, Usa negano estradizione

Moglie di un diplomatico americano in Gb era su corsia sbagliata

(ANSA) - WASHINGTON, 24 GEN - Gli Usa hanno respinto la richiesta di estradizione in Gran Bretagna di Anna Sacoolas, la moglie di un diplomatico americano accusata di aver ucciso in un incidente stradale in Inghilterra un giovane di 19 anni, Harry Dunn. La donna, poco abituata alla guida a sinistra, viaggiava ad alta velocità sulla corsia sbagliata. Invocando l'immunità diplomatica, era rientrata negli Stati Uniti prima che fossero formalizzate le accuse. "Siamo delusi da questa decisione, che sembra essere una negazione della giustizia", ha commentato un portavoce del Ministero degli Interni britannico.
    "Stiamo valutando urgentemente le nostre opzioni", ha aggiunto.
    Il caso di Anna Sacoolas è già stato motivo di attrito tra Londra e Washington, ponendo interrogativi sui limiti dell'immunità diplomatica in casi non legati alla sicurezza nazionale. In difesa della donna era intervenuto anche il presidente Donald Trump.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie