Mondo
Responsabilità editoriale Xinhua.

Cina: 40 anni di 'staffetta' a tutela dei cervi sika (2)

(XINHUA) - NANCHANG, 24 MAG - Un giorno di tre anni fa, uno studente di prima media è andato in bicicletta ad avvisare i pattugliatori che un esemplare era rimasto bloccato in un pantano: "Ci siamo precipitati tempestivamente per aiutare l'animale a liberarsi", ricorda Wu.
    Grazie all'incessante staffetta per la protezione del cervo sika, gli sforzi di tutti sono stati ripagati. All'inizio del 2021, secondo un'indagine congiunta condotta dalla Taohongling Reserve e dalla Jiangxi Normal University, la popolazione di cervi sika è stata stimata in 624 esemplari, dieci volte di più rispetto a quando è stata istituita la riserva. Questi animali, in un primo momento molto spaventati e in allerta, sono diventati amichevoli con le persone.
    Tra un anno, Wu andrà in pensione ma ora si sente più tranquillo perché crede che i cervi sika di Taohongling avranno un futuro più promettente.
    Negli ultimi anni sono state installate telecamere a infrarossi sulla montagna e droni professionali pattugliano l'area. Nel 2019, l'amministrazione della riserva naturale ha collaborato con 17 dipartimenti governativi locali per istituire congiuntamente il Sika Deer Joint Protection Committee e un numero maggiore di giovani si è unito alla squadra di pattugliamento.
    "La protezione del cervo sika in futuro dipende davvero dai giovani e dall'alta tecnologia", conclude Wu. (XINHUA)

        Responsabilità editoriale Xinhua.

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie