ANSAcom

Open Fiber e Fibra.City aprono era connessione a 10Gbps

Milano prima città in cui servizio è stato testato su rete live

ROMA ANSAcom

Si apre una nuova era per le connessioni: è il servizio di ultima generazione Xgs-pon di Open Fiber e Fibra.City che supera l'attuale velocità massima raggiungibile sulle reti G-pon stabilita a 1 Gigabit al secondo arrivando fino a 10 Gbps simmetrici.
Il servizio è stato presentato questa mattina all'Honesty Club di Milano, prima città in Italia in cui è stato testato su rete live questo servizio innovativo di accesso broadband. Per dare un'idea: se per il dowload di un gioco 4k da 50GByte si impiegano circa 2 ore con una normale connessione a 50Mbps, grazie alla connessione da 10 Gbps servono solo 40 secondi.
La connessione Xgs-pon sfrutta le infrastrutture sviluppata da Open Fiber, interamente realizzate in fibra ottica. "Abbattere il muro del Gigabit al secondo su una rete commerciale è motivo di grande orgoglio per noi - ha spiegato Elisabetta Ripa, amministratore Delegato di Open Fiber - perché raggiungiamo un nuovo importante primato nelle sperimentazioni broadband del mercato italiano. Questo traguardo dimostra ancora una volta che la nostra tecnologia Fiber To The Home (FTTH) è "future proof", e sarà protagonista dello sviluppo digitale dei prossimi anni, abilitando servizi che hanno bisogno di sfruttare un'elevata larghezza di banda, come il video Ultra HD 4K/8K,il cloud gaming, la realtà virtuale e aumentata, la telemedicina,il Massive Internet of Things e la guida autonoma".
"Oggi lanciamo la campagna #tastethefuture - ha spiegato Lorenzo Delorenzi, ceo dell'operatore Fibra.City - per far conoscere al mercato italiano le potenzialità di una rete molto bella, 'future proof' e capace di raggiungere livelli di professionalità e servizio che in Italia non speravamo di avere". Ma quali applicazioni può avere una linea così potente? Secondo Delorenzi questa linea "sarà capace di cambiare la vita delle persone" con applicazioni e soluzioni che vanno "dal gaming, all'Internet of thing, alla domotica, e-care, realtà aumentata o per fare un esempio più concreto stiamo studiando una t-shirt capace di dirci due ore prima di se si ha un infarto in corso attraverso i dati biomedici. Sono esempi di soluzioni che vorremmo rendere disponibili e che si appoggiano a una infrastruttura molto potente".
"Grazie alla rete in fibra ottica che Open Fiber sta realizzando in tutto il Paese, il Gigabit al secondo non è il traguardo, ma il punto di partenza per abilitare tutti i servizi innovativi della Gigabit Society", ha detto Domenico Angotti, Head of Engineering Open Fiber.
Il servizio di connettività potrà essere testato da curiosi e utenti nella postazione di prova installata all'Honesty Club in Ripa di Porta Ticinese 79 per i prossimi 15 giorni.

In collaborazione con:
Open Fiber

Archiviato in