• Proposta di legge sull'assegno unico per i figli. Che fine ha fatto?

Proposta di legge sull'assegno unico per i figli. Che fine ha fatto?

Da un anno e mezzo se ne parla in Parlamento. Ora la proposta che prende il via da due testi, uno del Pd e uno di Fi riprende l'iter in commissione

di Alessandra Chini

Mentre il governo studia la possibilità di estendere, nei tempi e nel coinvolgimento anche dei papà, il congedo parentale, anche il Parlamento si muove sul fronte del sostegno alle famiglie per la gestione dei figli. E un fronte aperto è quello della possibilità, della quale si è discusso molto anche durante l'ultima legge di Bilancio, di un assegno unico per i figli fino ai 18 anni.

Ipotesi che dovrebbe arrivare nel 2021 e che però, per ora, resta una promessa. Elena Bonetti, titolare della Famiglia, ha annunciato il 'Family act', collegato alla manovra, che sarebbe in preparazione.

Intanto sul tema c'è un disegno di legge all'esame della commissione Affari Sociali della Camera, a prima firma del capogruppo Pd Graziano Delrio e sottoscritto da un grosso numero di parlamentari Dem.

Il testo è stato depositato dall'ex ministro il 4 giugno del 2018. L'iter è poi partito nel luglio dell'anno scorso e a ottobre è stata abbinata una proposta di legge della capogruppo azzurra alla Camera Mariastella Gelmini che va nella stessa direzione.

Il 13 novembre scorso è stata adottata dal relatore come testo base per la discussione la proposta di legge di Delrio.

Dopo lo stop previsto per la sessione di Bilancio la proposta, potrebbe quindi, riprendere l'iter a breve con la fissazione di un termine per gli emendamenti

Il testo punta a riassorbire in un solo strumento, semplificato, tutti gli aiuti previsti, dalle detrazioni famiglia agli assegni familiari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie