Calcio
  1. ANSA.it
  2. Sport
  3. Calcio
  4. Serie A: Fiorentina quinta, rimonta Verona, Juve va

Serie A: Fiorentina quinta, rimonta Verona, Juve va

Magia Cuadrado stende Genoa. Simeone show, Venezia da 3-0 a 3-4

La Fiorentina di Italiano è una realtà della Serie A. Vince in trasferta il derby dell'Appennino con un'altra squadra al di sopra delle aspettative, il Bologna di Mihajlovic, scavalca la Roma e si proietta al quinto posto. I viola si meritano di sognare perché la crescita è costante, grazie anche ai 13 gol del cecchino Vlahovic, implacabile dal dischetto. La cronaca della partita

Spettacolari e sorprendenti anche gli altri due incontri del pomeriggio che vedono la rimonta degli ospiti. Il Sassuolo riprende due gol allo Spezia con un grande Raspadori mentre nel derby veneto succede l'imprevedibile: non bastano al Venezia tre gol di vantaggio perché il Verona rimonta e vince 4-3 nella ripresa con una magistrale doppietta di Simeone.

Vince la Juventus che grazie ad una magia di Cuadrado - a segno direttamente da calcio d'angolo, come ieri Calhanoglu in Roma-Inter - e ad una rete di Dybala stende il Genoa di Shevchenko. Torna alla vittoria la Lazio di Maurizio Sarri che vince 3-1 in casa della Samp grazie ad una doppietta di Ciro Immobile e alla rete, in apertura, di Milinkovic Savic (poi espulso nella ripresa). Traballa ora la panchina di Roberto D'Aversa, l'esonero è alle porte ed al suo posto in pole c'è Dejan Stankovic.

Per la lotta scudetto il sabato da' responsi eclatanti. Il Milan si riporta in testa sfruttando il calendario favorevole con l'incerta Salernitana mentre l'Inter mette al tappeto con irrisoria facilità la Roma con una prova d'orchestra di grande livello. Mourinho sembra incapace di rimettere in gioco i giallorossi che navigano a -8 rispetto al cammino dello scorso anno del vituperato Fonseca. Continua a perdere invece il Napoli che si batte bene nonostante i tanti infortunati, ma l'Atalanta è di un'altra levatura e ottiene la settima vittoria in otto trasferte. La volata a quattro per lo scudetto promette scintille e vede all'orizzonte un Milan-Napoli che potrebbe lasciare un segno importante sul futuro.

E' Nico Gonzalez, in grande spolvero, a trascinare la Fiorentina all'arrembaggio: Barrow recupera il vantaggio di Maleh, ma una punizione gioiello di Biraghi e un rigore perfetto di Vlahovic consegnano tre punti ai viola vanificando una prodezza di Hickey. Senza Arnautovic il Bologna ha dato il massimo, ma la Fiorentina si candida al un posto in Europa.
Emozioni a profusione nel derby veneto: in 15' il Venezia sembra stroncare il Verona. Ceccaroni, Crnigoj e Henry, su un errore clamoroso di Montipo, danno una grande lezione agli ospiti che nella ripresa però si presentano trasformati e assediano la porta avversaria mettendo in cantiere una clamorosa rimonta. Prima un errore di Romero libera Henry, poi un mani di Ceccaroni lascia il Venezia in dieci e consente a Caprari il 3-2. Poi la differenza la fa Giovanni Simeone che trova il pari e il gol del 4-3 con due conclusioni splendide.
Va vicino a ribaltare la partita anche il Sassuolo al Picco.
Lo Spezia mette la gara in discesa: dopo due traverse di Beradi e Sacamacca trova in vantaggio con Manaj e poi il raddoppio con Gyasi. Ma il Sassuolo carbura con l'ingresso di Raspadori: l'azzurro sigla una doppietta con prontezza e perizia e alla fine gli ospiti sfiorano anche il successo. Lo Spezia fa un piccolo passo in avanti ma la strada per la salvezza è ancora lunga. (ANSA).

 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie