Responsabilità editoriale di INSTAGO in collaborazione con DIGITAL MEDIA

Il tasto IGTV video scompare, Instagram ammette il fallimento?

IGTV video non convince. Instagram ha rimosso il tasto IGTV dall’applicazione ufficiale, lo strumento sembrerebbe aver deluso le aspettative.

Sugli oltre 1 miliardo di persone che utilizzano Instagram, l’applicazione dedicata a IGTV, ancora disponibile nei vari store ufficiali, ha conquistato solo 7 milioni di utenti. Un risultato deludente, che avrebbe spinto la società a rimuovere il collegamento rapido presente nell’app principale.

Solo un anno e mezzo fa, circa, Instagram annunciò il lancio di IGTV, ma la TV di Instagram non sembra aver raggunto il successo sperato dal social network.

Il tasto IGTV video scompare, Instagram ammette il fallimento?

IGTV consente ai creativi di condividere video con una durata maggiore rispetto ai limiti imposti dal social. Con IGTV la durata dei video è nettamente aumentata (fino a 10 minuti). L’obiettivo era di arrivare a un tempo di trasmissione illimitato.

E infatti Instagram ci stava provando.

Serie IGTV

Lo scorso ottobre Instagram aveva lanciato le serie IGTV.  Queste permettevano di inserire le IGTV in una categoria a parte, con un proprio titolo e una propria descrizione. Una specie di podcast video.

Il tasto IGTV video scompare, Instagram ammette il fallimento?

Un’idea interessante, ma che non ha mai spiccato il volo. I creatori di contenuti sono infatti stati scoraggiati dall’assenza della monetizzazione, a differenza di quello che accade su YouTube e TikTok.

Quest’ultimo, in particolare, sta ottenendo un successo davvero incredibile: il social cinese ha superato il traguardo di 1,5 miliardi di download.

Solo negli Stati Uniti, TikTok ha ricevuto 80,5 milioni di download rispetto agli 1,1 milioni di IGTV, secondo una ricerca commissionata a TechCrunch da Sensor Tower .

L’applicazione IGTV video è ancora disponibile in Google Play Store e App Store

A sparire è invece il tasto IGTV video, collocato nell’applicazione ufficiale, che permetteva di accedere rapidamente ai contenuti della piattaforma video. Questa mossa sembrerebbe un’ammissione di risultati poco brillanti.

Sarà ancora possibile caricare filmati con una durata superiore a 1 minuto e sembrerebbe che essi siano ancora visibili nella schermata “Esplora”.

L’annuncio

Un portavoce di Faceboook ha comunicato alla redazione del sito TechCrunch:

“Pochi utenti cliccano sull’icona IGTV nell’angolo in alto a destra della schermata principale di Instagram”, ha riferito a TechCrunch un portavoce della società di Facebook. “Miriamo sempre a rendere Instagram il più semplice possibile, quindi rimuoviamo questa icona in base ai risultati e ai feedback dalla nostra community.”

Gli utenti di Instagram non hanno bisogno dell’app IGTV separata per guardare video più lunghi, poiché l’esperienza IGTV è incorporata nell’app principale ed è possibile accedervi tramite il feed, la pagina Esplora, e nei profili degli utenti.

Tuttavia, il fatto che non fosse una destinazione abbastanza attraente mostra che IGTV non è diventato un punto fermo come, invece, è successo per i lanci precedenti tra cui video, Storie o i filtri AR.

Le cause

Uno dei problemi che non ha permesso l’ascesa di IGTV video è legato al fatto che ad oggi IGTV non consente agli autori di monetizzare le visualizzazioni come invece, ad esempio, fanno YouTube e Facebook.

Instagram riconosce un rimborso per le spese sostenute solo ad alcune celebrità e a pochi influencer. Tali contratti richiedono anche ai creatori di evitare di contenuti relativi a politica, questioni sociali o elezioni, secondo Lucas Shaw e Sarah Frier di Bloomberg .

“Negli ultimi anni abbiamo compensato i piccoli costi di produzione per i creatori di video sulle nostre piattaforme e abbiamo messo in atto alcune linee guida”, ha detto un portavoce di Facebook a Bloomberg.

Un’altra cosa assente da IGTV sono le visualizzazioni!

BabyAriel, con quasi 10 milioni di follower, considerata da Instagram come il principale creatore di IGTV, ha pubblicato 20 video più lunghi, ma solo uno ha ricevuto oltre 500.000 visualizzazioni.

Quando manca la monetizzazione e si registra un numero di visualizzazioni inferiore a quello di YouTube e TikTok, è comprensibile il motivo per cui alcuni creatori potrebbero essere restii a dedicare tempo a IGTV.

https://insta-go.it/reels-in-arrivo-il-clone-di-tiktok-su-instagram/

IGTV è stato lanciato per i video verticali di lunga durata.

Tuttavia il co-fondatore di Instagram Kevin Systrom nell’agosto 2018, ha dichiarato “Ciò di cui sono più orgoglioso è che Instagram ha preso una posizione e ha provato una cosa nuova che è francamente difficile da realizzare. Video verticali a schermo intero solo per dispositivi mobili. Questo non esiste da nessun’altra parte”.

Ma questa idea interessante, soprattutto per i creatori di contenuti, non è bastata a far decollare IGTV video.

Siamo di fronte a un altro addio?

Se Instagram non vuole dire addio alle IGTV, deve attirare i creatori, pagandoli per i loro contenuti.

Se, al contrario, Instagram ha già deciso ad eliminare la funzione, converrebbe investire sul clone di TikTok, Reels. Potrebbe così avere in pugno la competizione con il social cinese.

Per un’azienda che vince scommettendo in grande, muovendosi velocemente, IGTV rappresenta un fallimento.

Bisogna ammetterlo: con TikTok Instagram sta entrando in un’era di competizione molto più forte rispetto al passato con Snapchat.

Non è chiaro quali siano le intenzioni di Facebook in merito al progetto, ma l’ipotesi di un abbandono non è da escludere.

Non ci resta che attendere e scoprire se IGTV continuerà a resistere ancora a lungo.

La responsabilità editoriale e i contenuti sono a cura di INSTAGO in collaborazione con DIGITAL MEDIA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie