SpaceX lancia altri 60 satelliti per internet

Con questa missione i satelliti Starlink sono in tutto 240

Lanciati dalla SpaceX altri 60 satelliti della costellazione Starlink per l'internet globale. Sono stati portati in orbita da un razzo Falcon 9 partito dalla base di Cape Canaveral, in Florida. Il lancio è arrivato dopo una serie di rinvii dalla scorsa settimana dovuti alle condizioni meteo, soprattutto per la presenza di venti in quota.

E' il quarto lancio dei satelliti Starlink, dopo quelli di maggio e novembre 2019 e gennaio 2020. Con questa missione la costellazione in orbita arriva a 240 satelliti. Questo rende SpaceX il proprietario della più grande flotta mondiale di satelliti commerciali. Il lancio fa parte del piano della compagnia di creare una costellazione di piccoli satelliti a banda larga, ciascuno del peso di circa 220 chilogrammi, che forniranno una copertura Internet globale.

L'obiettivo del progetto è fornire agli utenti di tutto il mondo un accesso a Internet ad alta velocità poiché, attualmente, ci sono aree rurali o remote 'off-line' perché non raggiunte dalla connessione via cavo. Secondo l'azienda fondata da Elon Musk sono necessari 24 lanci per fornire un servizio globale a banda larga grazie alla costellazione Starlink. Ma la compagnia potrebbe cominciare a fornire il servizio su alcune regioni della Terra entro la fine dell'anno, una volta portati in orbita almeno 720 satelliti grazie a 12 lanci.

L'obiettivo dell'azienda è mettere in orbita complessivamente una flotta di 12.000 satelliti a banda larga e per farlo ha ottenuto il via libera della Commissione federale per le comunicazioni Usa. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie