Coronavirus; in Toscana 2277 contagiati, 91 i decessi

All'Elba primo caso positivo: è un 77enne, le sue condizioni sono giudicate non preoccupanti

Salgono a 2277 i contagiati da Coronavirus in Toscana dall'inizio dell'emergenza e a 91 i decessi. E' quanto si apprende dal report giornaliero della Regione Toscana. Sono 265 i nuovi casi postivi, in aumento rispetto ai 219 registrati ieri ma inferiori ai 311 del giorno precedente, registrati nella regione a 24 ore dal precedente bollettino. I nuovi decessi sono 19. Spetterà in ogni caso all'Istituto superiore di sanità, spiega una nota, attribuire le morti al Coronavirus: si tratta di persone di età compresa tra i 58 e i 100 anni, tutte affette da più patologie. Dall'inizio dell'emergenza 18 le guarigioni virali (i cosiddetti 'negativizzati') e 24 quelle cliniche. I casi attualmente positivi in cura sono 2144.


Per quanto riguarda i ricoveri, ad oggi sono in totale 921 di cui 215 in terapia intensiva. Dei 2277 tamponi risultati positivi questa è la suddivisione per provincia di segnalazione, che non sempre corrisponde necessariamente a quella di residenza: 514 Firenze, 215 Pistoia, 129 Prato (totale Asl centro: 858), 356 Lucca, 281 Massa-Carrara, 234 Pisa, 130 Livorno (totale Asl nord ovest: 1001), 120 Grosseto, 144 Siena, 154 Arezzo (totale sud est: 418)(ANSA) - PORTOFERRAIO (LIVORNO),

Tra i nuovi casi da registrare anche il primo contagiato all'Isola d'Elba: è un uomo di 77 anni di Rio Marina (Livorno), che è stato intercettato al check point dell'ospedale di Portoferraio. Lo rende noto l'Asl Toscana nord ovest. L'uomo è conosciuto dai sanitari perché in trattamento periodico nella struttura ospedaliera. I contatti stretti della persona risultata positiva al test sono già stati presi in carico dagli operatori di Igiene e sanità pubblica e si stanno verificando eventuali altri contatti. Controlli anche per il personale sanitario impegnato nel soccorso. Le condizioni del 77enne al momento non sono preoccupanti e i sanitari stanno valutando se l'uomo dovrà essere ricoverato o se potrà restare in isolamento a casa. La direzione dell'Asl, insieme al responsabile sanitario dell'ospedale, hanno predisposto una specifica procedura per la gestione in sicurezza di pazienti con Coronavirus all'Isola d'Elba. Per ogni caso verrà decisa l'opportunità di gestione sull'Isola o in continente.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie