Coronavirus: in Trentino accordo per 1.500 tamponi al giorno

Rivolti soprattutto a personale sanitario e servizi essenziali

(ANSA) - TRENTO, 27 MAR - Un protocollo contenente indicazioni per l'Azienda sanitaria per raggiungere, a regime, la cifra di 1500/2000 tamponi al giorno. Lo ha approvato oggi la Giunta provinciale prevedendo che Apss operi unitamente al Comitato regionale della Croce Rossa Italiana, a Cibio, Fondazione Mach, Fondazione Bruno Kessler e Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie, per l'effettuazione dei tamponi e per la loro analisi.
    Apss - informa una nota della Provincia autonoma di Trento - utilizzerà la capacità diagnostica potenziata con particolare riguardo ai medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e farmacisti, nonché agli operatori delle strutture per non autosufficienti e agli operatori impiegati nei servizi essenziali, con priorità verso quelli con maggior contatto con la popolazione come vigili del fuoco e forze dell'ordine.
    "Per contenere la diffusione del virus è necessario accrescere le capacità di diagnostica - evidenzia in una nota l'assessore Stefania Segnana - per questo vogliamo garantire ogni utile supporto operativo e logistico alle autorità sanitarie e di protezione civile. La maggiore capacità diagnostica, ovvero l'aumento dei tamponi, dovrà servire in primis per i nostri operatori sanitari, che stanno dando cuore e anima in questa straordinaria emergenza, e per gli operatori impegnati a garantire i servizi essenziali". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Videonews Alto Adige-Südtirol

        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie