Voto per posta, incognita su elezioni

Redazione ANSA

Oltre 77 milioni di americani hanno già votato, di cui 51 milioni per posta. E proprio il voto per corrispondenza rappresenta la grande incognita sulle elezioni 2020. Almeno altre 40 milioni di schede spediute dagli elettori con le loro preferenze non sono ancora giunte a destinazione e il rischio è quello che non possano essere alla fine conteggiate. Le regole infatti varaiano da stato a stato. In Pennsylvania si potranno continuare a conteggiare i voti per posta fino a tre giorni dopo l'Election Day, l'importante è che le schede siano state spedite entro il 3 novembre. In North Carolina possono essere conteggiati i voti per corrispondenza ricevuti entro nove giorni dall'election day.

Il timore che molte schede non possano essere conteggiate spinge la Speaker della Camera, Nancy Pelosi, a lanciare un appello agli americani quando mancano ormai solo 5 giorni alle elezioni. "Non spedite più le schede per posta, non arriveranno in tempo", dice.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie