I referendum del 3 novembre

Redazione ANSA

Da Uber alla schiavitù, passando per l'aborto e il nuovo design per la bandiera del Mississippi. Il 3 novembre, oltre che sul presidente, milioni di americani sono chiamati a esprimersi tramite i referendum su vari temi, alcuni simbolici, altri invece di impatto sostanziale.

Fra questi ultimi c'è la Proposition 22 in California, che rappresenta uno showdown in grado di ridisegnare la gig economy. In ballo c'è lo stabilire se i lavoratori del settore sono semplici contractor oppure dei veri e propri dipendenti. Uber è una delle società costruite intorno all'idea che i suoi autisti sono dei contractor, e quindi possono lavorare con le loro vetture e sulla propria tabella di marcia, con l'azienda che fa di fatto da semplice intermediario fra il guidatore e il passeggero. Un ruolo su cui le autorità della California e vari tribunali dello Stato hanno espresso pareri divergenti e sollevato timori sulla possibilità che il modello Uber e delle altre società della gig economy sia solo una modalità per ridurre i costi e privare i lavoratori di benefit e della possibilità di sindacalizzarsi.

In Utah e in Nebraska si vota invece per rimuovere dalle rispettive costituzioni la "schiavitù o la servitù involontaria" come possibile punizione per reati. In Colorado invece si vota per vietare l'aborto dopo le 22 settimane, mentre in Louisiana si chiede con il referendum di dichiarare che "nulla nella costituzione dovrebbe assicurare o proteggere il diritto all'aborto o richiedere fondi per l'aborto". In Mississippi si vota invece per il nuovo design della bandiera dopo che nei mesi scorsi è stato deciso di sostituirla per voltare pagina rispetto al passato di Stato confederato. Il nuovo design prevede una magnolia, il fiore simbolo dello Stato, con la scritta 'In God We Trust'. A Rhode Island si chiede agli elettori di esprimersi per cambiare il nome legale dello stato, attualmente 'State of Rhode Island and Providence Plantations'. L'obiettivo sarebbe rimuovere il riferimento alle piantagioni, luogo che riporta alla memoria la schiavitù. In cinque Stati - South Dakota, Mississippi, New Jersey, Montana e Arizona - gli americani sono invece chiamati a esprimersi sulla marijuana e sul suo uso per scopi terapeutici o ricreativi. In Florida si vota per l'aumento del salario minimo a 10 dollari l'ora nel settembre 2021 fino a raggiungere i 15 dollari entro il 2026. Insomma per gli americani l'Election Day non è solo il futuro inquilino della Casa Bianca, ma anche la possibilità di decidere la strada da seguire nel proprio Stato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie