I candidati

Redazione ANSA

WASHINGTON - Quelle del 2020 sono le primarie democratiche piu' affollate della storia, con 8 candidati ancora in corsa per la Casa Bianca, mentre all'inizio erano una trentina. Gli aspiranti presidente sono tutti bianchi, solo tre le donne.

Ecco chi e' rimasto in lizza: 

BERNIE SANDERS, 78 anni, senatore indipendente del Vermont che si definisce "socialista" e ritenta l'avventura del 2016 nonostante un recente infarto e l'eta', che ne fa il candidato piu' vecchio. Predica una "rivoluzione politica" che ha sedotto milioni di millennials ma che sta facendo breccia anche tra le minoranze: universita' e sanita' gratis per tutti, green new deal. E' il frontrunner della corsa, dopo aver vinto due delle prime tre tornate di primarie. Per Trump e' 'Crazy Bernie'. 

JOE BIDEN, 77 anni, ex senatore ed ex vicepresidente di Barack Obama dal 2009 al 2017, bandiera dell'establishment. E' partito come frontrunner dopo aver gia' provato due volte a conquistare la presidenza ma le sue quotazioni sono in calo. Ha un programma moderato per difendere "l'anima dell'America", punta sull'esperienza, sulla capacita' di dialogare anche con l'opposizione per unire il Paese. Trump lo ha soprannominato 'Sleepy Joe', l'addormentato Joe.

MICHAEL BLOOMBERG, 78 anni, tre volte sindaco di New York, un passato anche da repubblicano e da indipendente. Il magnate dell'informazione finanziaria, l'ultimo a scendere in campo, conta su una fortuna di oltre 50 miliardi di dollari e sta investendo nella campagna somme senza precedenti. Ha saltato le prime quattro tappe delle primarie scommettendo tutto sul Super Tuesday. Anche lui si propone come moderato. Per Trump e' 'Mini Mike', per la sua bassa statura.

ELIZABETH WARREN, 70 anni, senatrice del Massachusetts, ex docente di legge ad Harvard, incaricata da Obama di creare l'organismo a tutela dei consumatori finanziari. E' l'incubo di Wall Street. Rappresenta con Sanders l'ala progressista e promette "cambiamenti radicali" con una piattaforma leggermente meno estremista di quella di Bernie. Trump la chiama "Pocahontas" per le sue presunte origini native americane.

TULSI GABBARD, 38 anni, deputata delle Hawaii, ex veterana e prima rappresentante Hindu al Congresso Usa. In passato e' stata criticata per aver incontrato il leader siriano Assad durante la guerra in Siria. Ha querelato Hillary Clinton per averla definita un asset russo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Modifica consenso Cookie