Palazzo Broletto

Brescia - Edificio storico

Il Palazzo Broletto era la sede medievale delle signorie, oggi sede dell'amministrazione provinciale. L'origine del nome deriva dal fatto che il terreno era un orto-giardino, detto "brolo". Il complesso di edifici che compongono il Palazzo attuale si articola su due corti ed è il risultato di successive stratificazioni architettoniche. Fra il 1223 e il 1227 il Palazzo viene riedificato in pietra, incorporando alcuni edifici quali la Torre Poncarali, la cui base bugnata è ancora oggi visibile sull'attuale Via Querini. Rivolta alla piazza è anche l'originaria Loggia delle Grida, costruita in questo periodo. Il grande Salone del Consiglio era decorato da vari affreschi, oggi parzialmente conservati nel sottotetto. Il lato ovest, sulla piazza, viene negli anni seguenti completato con una nuova ala, il "Palatium Novum Minus", di cui fa parte il Portico Gotico, mentre il lato nord viene chiuso con una muraglia. Del 1803 è la scala elicoidale neoclassica sotto il portico nord, opera di Leopoldo Pollack. 



Via Cardinal Querini, 9, Brescia

Modifica consenso Cookie