Abruzzo
  1. ANSA.it
  2. Abruzzo
  3. Crisi idrica: Wwf, gestione servizio con enti inefficienti

Crisi idrica: Wwf, gestione servizio con enti inefficienti

(ANSA) - PESCARA, 28 OTT - "La verità è che la gestione del servizio idrico nella nostra regione è affidata a enti pubblici di diritto privato che hanno negli anni dimostrato la loro sostanziale inefficacia". A sostenerlo è il delegato Abruzzo del WWF Filomena Ricci in merito ai dati sulla dispersione idrica - contenuti in una indagine della Confartigianato riferita al 2018 - che pongono la regione come maglia nera d'Italia con una percentuale del 55,6%.
    "Sono dati del 2018 - commenta la Ricci - ma le continue chiusure notturne che parte del territorio è tuttora costretta a subire dicono che i dati del 2021 non segnano certamente un miglioramento, anzi. Non è bastato il referendum del 2011 per far cambiare le cose, benché la posizione dei cittadini sia emersa in quella circostanza in modo chiaro: bisogna tornare a una gestione veramente pubblica del settore che punti sulla correttezza e sull'efficienza".
    Secondo la Ricci "non serve pagare quattro consigli di amministrazione né avere carrozzoni con organici pieni di personale amministrativo per poi essere costretti ad appaltare a ditte esterne i lavori di manutenzione". "Occorre un investimento importante per risistemare le reti - sottolinea - e una vera riforma nel settore per una gestione fatta nell'interesse esclusivo della cittadinanza. I fondi in arrivo per la resilienza e la ripartenza vanno indirizzati verso queste scelte e giammai utilizzati per le ennesime cementificazioni.
    Una scelta che i cambiamenti climatici in atto rendono peraltro indispensabile e urgente". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie