Ibl Banca: aderisce a progetto Lifegate, meno plastica porti

Banca adotta tre dispositivi e lancia conto remunerativo

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Ibl Banca aderisce all'iniziativa LifeGate PlasticLess, adottando tredispositivi Seabin - particolari cestini in grado di filtrare e raccogliere dai mari plastica, microplastica e rifiuti - nelle marine di Villasimius Capo Carbonara (Ca), nota per una riserva naturale dove la biodiversità è un patrimonio da tutelare con maggiore attenzione, Capo d'Orlando (Me) e Pescara.
    "L'obiettivo di LifeGate PlasticLess è anche quello di diffondere un cambiamento culturale per avviare un cambio di rotta - spiega Enea Roveda, CEO di LifeGate - ringraziamo IBL Banca per aver aderito al progetto, condividendo la volontà di contribuire attivamente alla risoluzione di un grave problema ambientale, come quello dell'inquinamento dell'acqua da plastica e microplastiche". Un singolo dispositivo è in grado di catturare circa 500 kg di rifiuti galleggianti all'anno equivalenti in peso a 30.000 bottigliette da 0,5 litri, 100.000 sacchetti e 250.000 cannucce di plastica. Con 3 Seabin si potranno raccogliere circa 1,5 tonnellate di rifiuti dal mare da destinare alla differenziata o al riuso. Il dispositivo viene immerso nell'acqua con la parte superiore al livello della superficie, in un punto di accumulo dove venti e correnti tendono a far convergere i rifiuti galleggianti. Grazie alla pompa collegata alla corrente il dispositivo è in grado di trattare 25 mila litri di acqua all'ora e di convogliare i detriti al suo interno.
    E Ibl Banca amplia il suo business model con il lancio di ControCorrente, il primo conto corrente digitale che remunera le giacenze. Una caratteristica decisamente "contro corrente" rispetto alla direzione del mercato che tende a disincentivare il deposito sul conto di liquidità non investita.“Il conto corrente continua ad essere uno strumento centrale per le famiglie e le persone. Abbiamo realizzato un prodotto nuovo e competitivo che remunera la liquidità, sia per meglio soddisfare le esigenze della nostra attuale clientela che per intercettare un più ampio bacino di utenza, ha spiegato Mario Giordano, Amministratore Delegato di IBL Banca. “Accompagniamo la nascita di ControCorrente impegnandoci anche per l’ambiente, aderendo e sostenendo LifeGate PlasticLess® per contrastare l’inquinamento da plastica nei mari italiani”.(ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA