Goletta Verde: Ciafani, fondi Recovery per la depurazione

"Chiudere pagina imbarazzante costata 80 milioni in multe Ue"

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 12 AGO - "I fondi ci sono, l'Italia destini una parte delle prime risorse europee del PNRR che ha ricevuto proprio in questi giorni" per gli impianti di depurazione delle acque, "per chiudere questa pagina imbarazzante dello storia del Paese, realizzando anche per gli impianti per il trattamento dei fanghi di depurazione con produzione di biometano e per il riutilizzo delle acque depurate in agricoltura e nell'industria". Lo ha dichiarato oggi Stefano Ciafani, presidente nazionale di Legambiente, alla presentazione del rapporto finale di Goletta Verde e Goletta dei Laghi.
    "Nell'anno del PNRR e delle risorse europee destinate ai Paesi membri dell'Ue per accelerare la transizione ecologica - ha spiegato Ciafani - l'Italia sta trascurando l'annoso tema della mala depurazione, la grande opera incompiuta della Penisola, prevista da una legge del 1976, per la quale il nostro Paese è stato già condannato dall'Ue a pagare ad oggi quasi 80 milioni di euro di multe. Il trattamento delle acque reflue è fondamentale per assicurare la salute dei cittadini, tutelare l'ambiente e il turismo, ed è per questo che lanciamo un nuovo appello al Governo affinché vengano realizzati nuovi depuratori, ammodernati quelli esistenti e completata la rete fognaria. Non sono ammessi più ritardi né scuse". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA