Extinction Rebellion a Roma e Ravenna contro l'Eni

"Principale responsabile di gas serra e collasso climatico"

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA, 11 MAG - L'associazione ambientalista Extinction Rebellion Italia (XR) annuncia che domani, in occasione dell'assemblea degli azionisti di Eni, alla mattina terrà un presidio dalle 9 alle 13 davanti alla sede della società a Roma. Al pomeriggio dalle 17 parteciperà alla manifestazione di Ravenna contro il progetto di stoccaggio del carbonio (CCS, Carbon Capture and Storage), insieme a GreenPeace, Fridays for Future e Rise Up for Climate Justice.

Mobilitazioni sono in programma anche a Milano, Napoli e in altre città italiane.

Extinction Rebellion Italia chiede al Governo di "cessare la connivenza con il cane a sei zampe, principale responsabile italiano delle emissioni di gas serra e del collasso climatico ed ecologico".

Per l'associazione "i progetti pilota sul CCS nel mondo raccontano una tecnologia con una grossa inefficienza nella cattura, molto costosa, non consolidata, energivora e che perpetua lo sfruttamento dei pozzi e del fossile".

"Il Governo deve fare scelte coraggiose - scrive Extinction Rebellion - e introdurre le assemblee dei cittadini, reale strumento di democrazia deliberativa su questioni che, come il CCS, riguardano il benessere e il futuro di tutti. Sulla base delle migliori evidenze scientifiche, le assemblee delibereranno su strategie e percorsi da attuare per trasformare la società in chiave di neutralità di emissioni e rispetto dei sistemi ecologici, in equità con tutti gli esseri viventi". (ANSA).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie