Abusi su minori, arrestato bidello nel bresciano

Adescava ragazzini a scuola, alcuni li portava a casa sua

Redazione ANSA BRESCIA

(ANSA) - BRESCIA, 26 LUG - Un bidello di 56 anni, è stato arrestato nel bresciano con le accuse di atti sessuali con minori, corruzione di minorenni e tentata prostituzione minorile. Ora è ai domiciliari. Secondo la ricostruzione degli inquirenti l'uomo adescava ragazzini che avevano meno di 14 anni e che frequentavano la scuola media statale di un paese vicino a Brescia. Le presunte vittime hanno confermato gli abusi durante gli interrogatori protetti. Alcuni abusi sarebbero avvenuti in casa del bidello.
    L'uomo vive in casa con l'anziana madre. "Giannino" per tutti, da anni lavorava come bidello alla scuola media del paese e pare, avesse problemi cognitivi.
    "Spiace che persone fragili psicologicamente vengano inserite nel mondo della scuola, bisognerebbe fare più attenzione" è il primo commento del sindaco del paese. "Se le accuse saranno confermate, dispiace per i bambini che sono ancora più fragili.
    Staremo vicini come amministrazione a queste famiglie" ha aggiunto il primo cittadino. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA