ANSAcom

ANSAcom

Da digitalizzazione a ricerca, sistema trapianti si confronta

Stati generali in corso a Roma

Roma ANSAcom

L’integrazione delle reti assistenziali alla luce del Piano nazionale di ripresa e resilienza, la sanità digitale, la telemedicina. Questi alcuni temi al centro del confronto agli Stati generali della Rete trapiantologica, che tornano a riunire in presenza a Roma gli operatori del sistema e si sono aperti oggi. Proprio agli operatori di questo ambito si è voluto rivolgere in un videomessaggio il ministro della Salute Roberto Speranza, ringraziandoli per non essersi mai “fermati in questi mesi” e spiegando di voler investire sui trapianti e sulla donazione nella nuova stagione di investimenti in sanità con Recovery Fund e Pnrr. Nelle due giornate dedicate ai trapianti si discuterà anche del nuovo Piano nazionale delle donazioni e si farà il punto sull'attività scientifica della Rete, dai trapianti sperimentali alle novità in ambito di allocazione degli organi. Spazio anche al trapianto di cellule staminali emopoietiche, a quello di tessuti, di microbiota e alla procreazione medicalmente assistita. Ma ci sarà anche l’occasione per riflettere di donazione insieme alle associazioni di volontariato Aido, Aned e Admo. E all’apertura dei lavori anche l’intervento di Cristina Zambonini, 35enne due volte trapiantata di cuore e testimonial della campagna nazionale “Donare è una cosa naturale”, che sabato scorso il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha nominato Cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica “per l’appassionato contributo nella promozione della cultura del dono”. Un saluto è arrivato anche dal presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro, che ha sottolineato l'importanza dello "stretto legame tra Centro nazionale trapianti e Iss", sia per quanto riguarda il supporto e il monitoraggio della campagna vaccinale anti-Covid, sia per l'attività di ricerca scientifica. Per Brusaferro questi Stati generali sono un'occasione importante per lavorare a "linee di impegno e progetti di ricerca" intorno alle sfide e alle opportunità che la sanità ha davanti, "in particolare quella della digitalizzazione".

In collaborazione con:
CNT

Archiviato in


Modifica consenso Cookie