ANSAcom
ANSAcom

Hiv, Gilead da 30 anni pioniera nella ricerca

Contributo trasformare storia, patologia da mortale a cronica

Roma ANSAcom
Una serie TV “ci è sembrato il formato più immediato e familiare per raccontare al meglio l’HIV e come siano cambiate le cose in questi anni. Nasce dall’esigenza di portare sul grande schermo le storie di persone che potrebbero essere nostri amici, conoscenti, fratelli, genitori, ma di cui si parlasempre troppo poco e non ci si informa, se non toccati direttamente dal tema. L’informazione è lo strumento più potente per abbattere i pregiudizi e permetterci in futuro non solo di eliminare il virus ma anche di produrre una serie con un titolo diverso.’’ Lo evidenzia Cristina Le Grazie, Direttore Medico di Gilead Italia, in merito al alla serie tv ‘Stigma invisibile’, un progetto è nato grazie alla collaborazione tra Discovery e Gilead.
‘Gilead da oltre 30 anni è pioniera nella ricerca di soluzioni contro il virus e ha contribuito a trasformarne la storia, da patologia mortale a cronica -aggiunge Le Grazie - lo facciamo a fianco dei clinici, delle istituzioni e soprattutto dei pazienti, tenendo alta l’attenzione verso questo virus che ancora non è debellato e che sempre lascia una traccia indelebile del suo passaggio; una traccia fatta di pregiudizio, di stigma sociale. ‘Stigma Invisibile’ è un progetto che va proprio nella direzione di far emergere con chiarezza queste tematiche”

In collaborazione con:
Gilead

Archiviato in


Modifica consenso Cookie