Successo dell'esperimento per l'internet del futuro

Informazioni immagazzinate nella luce spedite per 44 chilometri

Redazione ANSA

Successo dell'esperimento per l'internet del futuro: pacchetti di informazione immagazzinati in particelle di luce sono stati trasferiti con un'efficienza del 90% lungo una fibra ottica di 44 chilometri. Il risultato avvicina l'internet quantistica, basata sulle bizzarre regole che governano il mondo di atomi e particelle e che promette di essere ultrasicura in quanto praticamente inviolabile. Pubblicato sulla rivista PRX Quantum, l'esperimento è coordinato dal Fermilab, con il gruppo di Panagiotis Spentzouris, e condotto in collaborazione con l'Università di Chicago.

"Si tratta buon risultato, a livello tecnico e' un passo importante sulla via della realizzazione dell'internet quantistica all'interno dei progressi tecnologici mondiali in qeusto ambito di ricerca", ha detto all'ANSA il fisico Tommaso Calarco, che dirige l'Istituto tedesco per il controllo quantistico di Ju' lich.

L'internet del futuro permettera' di inviare e ricevere comunicazioni in maniera ultrasicura perche' , se si prova a violarla, lo stato degli atomi su cui viaggiano le informazioni cambia rivelando il tentativo di intrusione.

Alla base di questa nuova tecnologia c'e' il fenomeno dell'entanglement, una sorta di abbraccio a distanza, nel quale una particella riesce a condizionare il comportamento di una particella simile anche se le due sono lontane. Grazie a questo fenomeno avviene il trasferimento delle unita' che contengono l'informazione quantistica, ossia il bit quantistico (qubit). In pratica se due particelle sono inestricabilmente legate l'una all'altra, indipendentemente dalla distanza tra loro, le informazioni codificate vengono trasportate.

Nell'esperimento le informazioni sono state codificate su particelle di luce: una volta spedite su una fibra ottica lunga 44 chilometri, sono state trasferite con un'efficienza del 90%. Il sistema e' compatibile sia con l'infrastruttura di telecomunicazioni esistente che con i dispositivi di elaborazione e archiviazione quantistica emergenti. Secondo Spentzouris, "con questa dimostrazione stiamo iniziando a gettare le basi per la costruzione di una rete quantistica metropolitana nell'area di Chicago".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA