Da Marte il primo audio con il 'ronzio' di Ingenuity ASCOLTA

Stasera il quinto volo verso un nuovo punto di atterraggio

Redazione ANSA

E’ finalmente possibile ascoltare il ronzio di Ingenuity in volo su Marte: la Nasa ha infatti pubblicato l’audio del quarto volo del 30 aprile registrato da un microfono del rover Perseverance, che è così diventato il primo veicolo spaziale a catturare i suoni di un altro veicolo spaziale durante la missione su un altro pianeta. Pur trovandosi a una distanza di 80 metri, il rover è riuscito a registrare il flebile rumore delle pale del drone, che i tecnici della Nasa hanno isolato e alzato di volume per poterlo distinguere meglio dal soffio del vento che spazza il cratere Jezero. Con questo audio si entra in una nuova dimensione dell’esplorazione del Pianeta Rosso, dove venerdì (alle 21:26 ora italiana) Ingenuity tenterà il suo quinto volo: sarà un viaggio di sola andata di 110 secondi, che lo porterà verso un nuovo sito di atterraggio.



Secondo il programma della Nasa, Ingenuity decollerà dal campo di volo dedicato ai fratelli Wright, lo stesso dei voli precedenti: salirà a cinque metri di altezza e si sposterà verso sud, ripercorrendo la stessa rotta del quarto volo di settimana scorsa. Coprirà una distanza di 129 metri, ma invece che tornare al punto di partenza come le altre volte, proverà a salire fino a 10 metri di quota (un nuovo record) per scattare immagini a colori e in bianco e nero. Dopo 110 secondi di volo, atterrerà in un nuovo sito per cominciare una nuova fase di lavoro, finalizzata a dimostrare la sua capacità di dare supporto ad altre missioni. In questo modo il drone ripercorrerà idealmente le stesse tappe dei fratelli Wright, che agli inizi del Novecento, dopo alcuni voli di prova, iniziarono a valutare le applicazioni pratiche della loro tecnologia fino a effettuare il primo volo con passeggero, dimostrando la possibilità di fare esplorazione da una prospettiva aerea. Per conoscere l’esito della nuova impresa di Ingenuity bisognerà attendere l’arrivo dei dati a Terra, previsto per sabato alle 1:31 ora italiana.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA