ANSAcom

ANSAcom

G20 Spiagge: da Jesolo parte l'iter per riconoscimento delle "città balneari"

Jesolo ANSAcom

 È iniziato oggi da Jesolo (Venezia) il percorso della proposta di legge per il riconoscimento dello status di "Città balneare", un documento sviluppato a partire dai dati raccolti dall'Osservatorio dei comuni balneari realizzato dal Dipartimento di Economia dell'Università Ca' Foscari di Venezia. Un testo in cui i partecipanti al network hanno raccolto tutti i problemi che condividono e le possibili soluzioni. Il principale elemento comune è il macroscopico divario che si crea tra il numero di residenti e il numero di presenze turistiche in un periodo molto ristretto dell'anno, che determina il cosiddetto "effetto fisarmonica". Una situazione rispetto alla quale le amministrazioni locali hanno limitate possibilità di intervento a causa di dotazioni organiche e finanziarie inadeguate in quanto parametrate alla popolazione stabilmente residente. La proposta di legge è stata redatta dallo studio legale BM&A e dal Dipartimento di Economia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, con la supervisione e coordinamento del responsabile scientifico del G-20s, Adriana Miotto. Il testo si sviluppa a partire dai dati raccolti nel contesto dell’Osservatorio dei comuni balneari realizzato dal Dipartimento di Economia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.
Definita infine la composizione della nuova cabina di regia all'interno della quale è stata eletta come coordinatrice la sindaca di Cavallino-Treporti, Roberta Nesto. Anticipato, infine, lo svolgimento dell'evento che nel 2022 si terrà a marzo.
Il G20 spiagge salutacosì Jesolo, e già si guarda alla quarta edizione del 2022 che si svolgerà a Riccione. Il summit che raggruppa le 20 località balneari più importanti d'Italia troverà dunque nella Perla Verde il luogo dove confrontare le esperienze e gli obiettivi del futuro. "Dal Veneto abbiamo portato a Riccione, il G20 spiagge 2022", ha commentato la sindaca Renata Tosi. "Portando a Riccione il G20 spiagge abbiamo dimostrato che ad unirci non sono solo i legami geografici ma anche le visioni politiche, le strategie turistiche, la volontà di investire nel futuro insieme". "Continueremo a lavorare tutti insieme confrontandoci sui temi che sono comuni affinché trovino attenzione e risposte presso il Governo del Paese - ha detto la sindaca di Cavallino-Treporti, Roberta Nesto che coordinerà il network fino al 2024 -. Valorizzeremo il lavoro di squadra, così da chiedere con forza gli strumenti amministrativi ed economici che le nostre località necessitano: questo ci porterà ricadute positive in termini sociali, economici e di salvaguardia delle nostre spiagge".  

In collaborazione con:
Comune di Jesolo

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie