Internazionale Kids, l'informazione a misura di bambino

A Reggio Emilia dal 17 al 19 settembre, incontri e grandi temi

Redazione ANSA REGGIO EMILIA

(di Marzia Apice) (ANSA) - REGGIO EMILIA, 03 SET - Una carrellata di appuntamenti a misura di bambino ma senza etichette, tanto da non dimenticare di parlare anche ai più grandi. Ma soprattutto uno sguardo che si allarga verso ampi orizzonti, per confrontarsi in modo non scontato su temi complessi e importanti, come razzismo, sport, ambiente, femminismo, diritti, tecnologia, politica. Sarà un weekend di incontri e di scoperte per conoscere il mondo e se stessi quello proposto da Internazionale Kids, il primo festival di informazione per bambine e bambini, in programma a Reggio Emilia dal 17 al 19 settembre. Nato dall'omonimo mensile che pubblica in italiano i migliori articoli dei giornali per ragazzi di tutto il mondo, il festival accoglierà in questa prima edizione giornalisti, scrittori, esperti, illustratori e fotografi per costruire dal vivo un nuovo numero della rivista e al tempo stesso per far comprendere ai più giovani i valori dell'attivismo, dell'impegno civile e della protesta. Tra gli ospiti attesi ci saranno la scrittrice afrodiscendente Espérance HakuzwimanaRipanti che parlerà delle conseguenze del razzismo anche in Italia e racconterà il movimento Black Lives Matter, la giornalista Giulia Blasi che sarà protagonista con un monologo sul femminismo, lo scrittore Jonathan Bazzi che parlerà della generazione fluida, e poi Gianumberto Accinelli, entomologo e scrittore, che approfondirà la crisi climatica attraverso gli occhi di un'ape, e per la musica ci sarà un incontro con La Rappresentante di Lista. Denso dunque il programma, in una tre giorni che servirà a "ricordarci che il mondo non appartiene solo agli adulti", dice all'ANSA Giovanni De Mauro, direttore di Internazionale. "In questi primi due anni di Internazionale Kids siamo stati sorpresi dalla voglia di informazione e partecipazione delle nostre lettrici e dei nostri lettori più giovani. E ora ci sembra naturale portare questa esperienza anche in una dimensione dal vivo, in un festival che tratti tutti i temi di cui ci occupiamo sul mensile". Gli eventi - tutti gratuiti e all'aperto -avranno caratteristiche diverse - dagli incontri della durata di 30 minuti pensati per il pubblico più giovane agli approfondimenti per gli adulti, come il dibattito sugli effetti, positivi e negativi, della Dad, dai laboratori didattici alle proiezioni fotografiche, fino agli spettacoli teatrali e musicali - e si svolgeranno lungo tutto l'arco della giornata nei chiostri di San Pietro e gli spazi circostanti, in collaborazione con le scuole e con le istituzioni pedagogiche locali. (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie