A Roma arriva l'Arte in Nuvola, fiera del contemporaneo

Dal 18 al 21 novembre, mostre, progetti speciali e talk

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 30 SET - Mostre, progetti speciali, talk, la Nuvola di Massimiliano Fuksas ospiterà, dal 18 al 21 novembre 2021, la prima edizione di "Roma Arte in Nuvola", fiera internazionale di arte moderna e contemporanea della Capitale che punta ad accendere i riflettori sulle gallerie e attivare "nuove connessioni tra il mercato e la ricerca artistica italiana e internazionale. Ideato e diretto da Alessandro Nicosia e organizzato da "Creare Organizzare Realizzare" (Cor) con la direzione artistica di Adriana Polveroni in collaborazione con Valentina Ciarallo, il progetto, presentato oggi a Roma, è sostenuto da un gruppo di sponsor pubblici e privati. L'idea è quella di un focus sull'arte romana e nazionale ma non solo: a sottolineare il suo carattere internazionale, spiegano gli organizzatori, la manifestazione ospiterà ogni anno un paese straniero con un focus sui suoi artisti. Quest'anno si parte da Israele che si racconta con Israel Landscape, una mostra curata da Ermanno Tedeschi e Vera Pilpoul che espone le opere di 17 artisti contemporanei.
    Gli ampi spazi della Nuvola consentiranno l'allestimento di oltre trenta Progetti Speciali Mostre e Exhibit realizzati da artisti, da istituzioni culturali e collezioni, che presenteranno opere, installazioni, video e costituiranno aree di interesse disseminate lungo il percorso della fiera. Per tre giorni i talk Ripensando Roma saranno animati da circa trenta protagonisti della scena dell'arte, artisti, direttori di musei, critici, collezionisti, per fare il punto sullo stato dell'arte post pandemica e le prospettive future. Non mancheranno i premi, quattro in tutto per la migliore presentazione d'artista per stand, allestimento, comunicazione, grafica.
    "Malgrado i due spostamenti delle date inizialmente previste a causa del lockdown, siamo riusciti a raggiungere gli obiettivi che ci eravamo prefissati con la partecipazione di oltre cento gallerie di arte moderna e contemporanea, trenta progetti speciali, un pool di sponsor di grande prestigio e l'autorevole presenza dell'Ambasciata di Israele e dell'architetto Fuksas", ha fatto notare Nicosia, sottolineando tra l'altro la presenza di oltre 30 gallerie della capitale.
    "Lo sforzo di tutti è che sia originale e, possibilmente, sorprendente. - ha precisato a sua volta la direttrice artistica Adriana Polveroni -L'obiettivo è fare una grande esposizione, che sia mercato, ma anche proposta di arte, moderna e contemporanea, di alto livello che veda insieme padri nobili accanto a giovani artisti, italiani e internazionali. Una grande scossa, quindi, per augurare a Roma un futuro luminoso nelle arti contemporanee". (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie