Emilia-Romagna

Razzismo, Maxime Mbandà: 'Inginocchiarsi non va imposto'

'Ben vengano i gesti positivi, ma io sono per libero arbitrio'

"Per migliorare il mondo serve forza di volontà e impegno quindi ben vengano i gesti positivi, ma non bisogna confondere libertà di espressione con imposizione". Lo dice all'ANSA Maxime Mbandà, azzurro del rugby e cavaliere della Repubblica, parlando della scelta di inginocchiarsi contro il razzismo. Per il giocatore delle Zebre, figlio di un congolese, "il mondo è bello perché vario: ognuno agisce e reagisce a proprio modo. Se fossimo tutti uguali sarebbe anche noioso. Io sono per il libero arbitrio: non bisogna imporre niente a nessuno. Se uno fa un gesto senza pensarlo è totalmente sbagliato".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie