Cittadini Ue, più fiducia nei media tradizionali che online

Eurobarometro, tv fonte principale notizie per 75% intervistati

Redazione ANSA

BRUXELLES - I cittadini europei si fidano maggiormente dei media tradizionali come stampa, tv e radio, e della loro presenza online, rispetto alle piattaforme di notizie online o sui social media. Questo il risultato di uno speciale sondaggio commissionato da Eurobarometro sulle abitudini mediatiche dei cittadini europei. Stando ai dati del sondaggio, il 49% degli intervistati ritiene che le stazioni televisive e radiofoniche pubbliche forniscano notizie veritiere, seguite dalla stampa scritta al 39% poi dalle emittenti private al 27% ed in fondo alla lista le pubblicazioni online con un dato di fiducia all'11%. 

Dato simile anche quello italiano dove la fiducia nelle emittenti pubbliche rimane stabile al 45%, quella nella carta stampata al 40%, al 25% le emittenti private e infine ferma al 14% la fiducia verso le pubblicazioni online. A livello geografico la Polonia è l'unico paese in cui le emittenti tv e radio private sono considerate fonte più affidabile di quelle pubbliche, mentre i cittadini ungheresi sono gli unici a mettere al primo posto tra le fonti di notizie più attendibili "persone, gruppi o amici seguiti sui social media".

La televisione resta comunque la principale fonte di notizie per il 75% degli intervistati, specie quelli con più di 55 anni. A seguire, con distacco, sono le piattaforme di notizie online (43%), la radio (39%) e i blog e le piattaforme dei social media (26%). Giornali e riviste invece sono la principale fonte di informazione di un intervistato su cinque

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"I contenuti del sito riflettono esclusivamente il punto di vista dell’autore. La Commissione europea non è responsabile per qualsivoglia utilizzo si possa fare delle informazioni contenute."


Modifica consenso Cookie