Di Maio, nei Balcani è in gioco la credibilità dell'Ue,serve più impegno

'no scorciatoie serve solida prospettiva Ue'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "È in gioco la credibilità dell'Ue nei Balcani occidentali. Dopo l'eccellente risposta data nella prima fase della pandemia, le difficoltà nell'aiutare la regione con l'invio di vaccini stanno generando un sentimento di sfiducia nei confronti dell'Unione europea. Guardiamo a questa discussione di oggi come un'opportunità per mandare un messaggio forte sul nostro impegno nei confronti della regione". Lo ha detto, secondo quanto si apprende, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, alla riunione dei capi delle diplomazie dell'Ue.

"Non vogliamo creare scorciatoie nel processo" dell'allargamento ai Balcani "né diluire le riforme. Al contrario, consideriamo cruciale sostenerle attraverso la leva della prospettiva europea e lo scrutinio più attento assicurato dai negoziati". Secondo quanto si apprende, è quanto ha detto il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, nel suo intervento alla riunione dei capi delle diplomazie dell'Ue, in corso a Bruxelles.

"L'Italia ha recentemente predisposto un documento con messaggi chiave, sostenuto da 11 partner like-minded, al fine di imprimere un nuovo impulso al processo. Riteniamo essenziale sbloccare l'adozione dei quadri negoziali con Albania e Macedonia del Nord e puntare tangibili avanzamenti nei negoziati con la Serbia in occasione della Conferenza intergovernativa di fine giugno". Secondo quanto si apprende è quanto detto dal ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, oggi alla riunione con gli altri capi delle diplomazie Ue. Il capo della Farnesina, secondo quanto si apprende, ha insistito sulla necessità di ascoltare gli Stati membri della Regione.

"Una discussione della Ue sui Balcani Occidentali non deve mai tralasciare la dimensione allargamento. Daremmo un segnale sbagliato di disinteresse su quella che resta la domanda più forte che proviene dalla regione. Lasciatemi dire che su questo tema è fondamentale ascoltare nostri colleghi degli Stati membri della Regione. Resto fermamente convinto che senza una rivitalizzazione seria e credibile del processo di allargamento UE difficilmente riusciremo a stabilizzare definitivamente la regione".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: