Expo Dubai: l'africa è la terra degli investimenti fintech

Una ricerca in occasione della settimana dedicata all'Africa

Redazione ANSA DUBAI

(ANSA) - DUBAI, 12 OTT - L'Africa è al centro delle conferenze e delle discussioni che si tengono questa settimana ad Expo Dubai. In particolare ci si concentra sulle opportunità di business che il continente africano può offrire. Un Forum dedicato all'Africa, su nuovi modelli di cooperazione nella sfruttamento delle risorse energetiche, nelle infrastrutture e nella trasformazione digitale è uno degli eventi principali che si tiene ad Expo e si svolge al Padiglione Italia. L'evento è promosso da Confindustria per supportare la crescita e lo sviluppo degli affari con il continente africano. Un altro, che vede anche ospiti italiani come relatori, è quello che si sta svolgendo in contemporanea presso il Padiglione egiziano, sulle opportunità dell'eco-turismo che il paese offre, oltre ai classici giri sul mar Rosso e alle Piramidi. Ma sono tanti e diversi i settori di investimento.
    Ad Expo Dubai, per la prima volta ad una Esposizione Universale, è rappresentata tutta l'Africa, ciascun Paese con il proprio padiglione e l'Unione Africana ha addirittura un proprio spazio espositivo. Del resto gli Emirati Arabi Uniti sono il loro più grande investitore, con 1,2 miliardi di dollari immessi nel continente negli ultimi cinque anni. Lo dice il rapporto della Camera di Commercio di Dubai per il Global Business Forum Africa a Expo Dubai, che è il principale degli appuntamenti di questa settimana dedicata all'Africa.
    La ricerca identifica come settori ad alto potenziale sui quali investire: fintech in testa, seguito da sanità, agricoltura e commercio online. Il Global Business Forum Africa si svolge al Padiglione Terra e vedrà per due giorni riuniti tutti insieme i leader dei paesi africani per discutere del cambiamento climatico e della riduzione del rischio di catastrofi, l'evento è guidato da Levi Uche Madueke, Commissario Generale dell'Expo dell'Unione Africana e mira a mostrare gli sforzi dell'Africa nella riduzione del rischio grazie alle innovazioni tecnologiche nel settore.
    L'ambasciatore del Ciad, Déby, in visita la Padiglione del suo Paese, aveva detto nei giorni scorsi: "Ciò che ci attrae di più come paese africano sono le opportunità che Expo ci offre.
    Possiamo incontrare altri Paesi e scambiarci punti di vista e segnalare opportunità di affari; ma possiamo anche mostrare la nostra cultura e la nostra storia. È importante che il Ciad faccia parte di questo dialogo". Nei giorni scorsi un altro paese africano, l'Uganda, ha firmato accordi per 650 milioni di dollari in nuovi investimenti per lo sviluppo della propria economia. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: