Nel 2020 possibile calo del 20% di robot in Italia

Baroncelli (Siri), ottisti per il futuro; fondamentali robusti

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 25 FEB - Nel 2020 in Italia è previsto "un calo di circa il 20% di robot venduti rispetto al 2019", ma per il futuro prevale l'ottimismo perché "i fondamentali della robotica sono robustissimi". Lo afferma Arturo Baroncelli, consigliere e socio onorario di Siri-Associazione italiana di robotica e automazione, e Past President dell'International Federation of Robotics, precisando che i dati ufficiali di Siri che dovrebbero uscire tra qualche mese "forse saranno un po' meglio". "Siamo ottimisti perché abbiamo degli argomenti: aumento della flessibilità produttiva e della competitività, accanto ad una crescita dell'uso dei robot nelle aziende medio piccole e a un miglioramento della qualità del lavoro", aggiunge Baroncelli, in occasione di un webinar sulla robotica organizzato da Sps Italia, nell'ambito del ciclo di incontriWe Love Talking. L'Italia si colloca al sesto posto nel mondo per utilizzo di robot industriali dietro a Cina, Giappone e Corea, che guidano la classifica, seguiti da Stati Uniti e Germania. Il 71% dei robot installati nel mondo si trovano in questi cinque paesi. Complessivamente a livello mondiale risultano quasi 3 milioni di robot industriali operativi al 2019 con una crescita costante in dieci anni, che però ha segnato una contrazione proprio nel 2019. L'Italia però è andata in controtendenza, "meglio del resto del mondo". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Leggi anche: