Piemonte

Di pietra e ferro, 150 anni del traforo del Frejus in mostra

Mattarella manda messaggio. Virano, storia visione pionieristica

(ANSA) - TORINO, 17 SET - Una mostra promossa da Telt, il promotore pubblico della Torino-Lione, con il Museo Nazionale del Risorgimento di Torino racconta lo scavo del traforo del Frejus a un secolo e mezzo dalla sua inaugurazione. Il via alla rassegna oggi a Palazzo Carignano, sede del Museo e del Parlamento Subalpino che nel 1857 decretò l'opera.
    La mostra racconta i 14 anni di lavori al Frejus attraverso documenti originali dell'epoca, voci e immagini con due percorsi paralleli, uno dedicato all'infrastruttura, l'altro ai protagonisti dell'opera sotto il profilo delle idee. Ci sono documenti, tavole, foto e litografie della collezione storica di Telt e testimonianze originali provenienti dagli archivi del Museo. Tutti insieme ricostruiscono i principali passaggi di quella che fu, insieme al taglio dell'istmo di Suez, una delle più grandi opere dell'Ottocento.
    "Il traforo del Frejus - ha ricordato il direttore del Museo, Mauro Caliendo - vide la luce grazie all'insistenza tenace di Cavour. Le sue parole 'Io nutro ferma fiducia che voi coronerete la vostra opera con la più grande delle imprese moderne deliberando il perforamento del Moncenisio' furono pronunciate in un appassionato discorso proprio qui a Palazzo Carignano".
    "Lo scavo del Frejus - ha aggiunto il direttore di Telt, Mario Virano - è una storia di visione europea, di innovazioni scientifico-tecnologiche pionieristiche, di lavoro che ha cambiato i destini dei territori interessati, proiettandoli in Europa già a fine Ottocento, e lasciando importanti ricadute visibili ancora ai giorni nostri".
    La mostra, con didascalie in italiano e in francese, è visitabile fino al 1 primo novembre. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie