Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale LBI

Convenzione INPS per cessione del quinto: pubblicate linee guida 2021

LBI

Con nota del 14 gennaio 2021, l’INPS ha rideterminato gli oneri per la cessione del quinto. Le modifiche hanno ritoccato di poco gli oneri richiesti dall’agenzia. Risulta sempre conveniente stipulare un contratto per la cessione del quinto con un istituto convenzionato

Annualmente l’INPS aggiorna le linee guida e gli oneri richiesti per richiedere la cessione del quinto. Risulta assolutamente più conveniente affidarsi ad istituti di credito che hanno stipulato la convenzione con l’Istituto. Tra le società che possono distribuire i prestiti in convenzione INPS, c’è anche Prestito24.it istituto specializzato nell’erogazione di prestito dietro cessione del quinto.

Tassi d’interesse 2021 e statistiche sulla cessione del quinto

Per due anni di fila, nel 2019 e nel 2020, i prestiti più richiesti sono stati quelli personali. Sia per la semplificazione delle procedure burocratiche, sia per i tassi d’interesse agevolati, la richiesta di liquidità è stata molto sostenuta. Il prestito personale, infatti, non è condizionato al successivo acquisto di beni o servizi: l’importo viene direttamente bonificato sul conto corrente del richiedente. Il trend si ripeterà quasi sicuramente nel 2021: nei primi tre mesi dell’anno, il 30% delle richieste di prestito era per ottenere liquidità.

I tassi d’interesse medi, inoltre, sono particolarmente convenienti. Essendo la cessione del quinto per pensionati un prestito a tasso fisso, è conveniente stipularla in periodi in cui gli interessi richiesti sono generalmente bassi. Il tasso medio è infatti diminuito del -0,34% rispetto al 2020 per prestiti sotto i 15.000 euro. La riduzione è invece del -0,30% per prestiti con importi superiori ai 15.000 euro (7,69% contro 7,99%). Com’è noto, invece, i tassi soglia sono variabili in base all’età del pensionato.

Come richiedere la cessione del quinto e quali sono i requisiti

Richiedere la cessione del quinto è in realtà molto semplice. All’atto della richiesta basterà avere con sé l’ultimo cedolino e il CUD dell’anno precedente. Una volta ricevuta l’approvazione dalla Centrale Rischi si dovrà sottoscrivere il contratto che, per legge, dovrà essere chiaro e dovrà riportare in evidenza tutti gli importi a carico del cliente.

Per richiedere la cessione del quinto è necessario possedere una pensione minima INPS (non sociale o di cittadinanza) e avere fino a 87 anni e 11 mesi alla scadenza del finanziamento”. Contestualmente sarà necessario stipulare una polizza che copra l’eventuale premorienza del contraente, in modo da non gravare sugli eredi. La polizza è sempre inclusa nel contratto e il canone, ovviamente, non può superare il quinto stabilito dal cedolino.

Nonostante molte società offrano tassi agevolati per pensionati, è sempre importante verificare l’ammontare di TAN e TAEG: i prestiti più convenienti riducono sempre al minimo la differenza tra i due indicatori, indice del basso costo del prestito.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale LBI

Modifica consenso Cookie