Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale FROOGS

INFOSTAR: POST PANDEMIA E SMART WORKING, 'SIAMO PRONTI A FORNIRE OGNI SOLUZIONE DIGITALE'

L'ad Feregotto, dell'azienda in provincia di Udine: 'pronti a realizzare soluzioni per consentire alle aziende di far lavorare i loro lavoratori da remoto, in qualsiasi contesto'

FROOGS

'Siamo pronti alla sfide dell'imminente futuro' afferma Cristian Feregotto, amministratore di Infostar, la società tecnologica tarcentina che si avvia ad incrementare le potenzialità della sua academy: Level up. 

 'La necessità è cogente - spiega - dobbiamo essere in grado di formare ed informare, in temi rapidissimi, sempre più lavoratori che agiscono e/o lo faranno, ancora per molto tempo, o forse anche definitivamente, in smart working. Lavorare da casa porta con sé numerose nuove esigenze, tra cui, il saper utilizzare i dispositivi informatici in tutte le loro potenzialità. Per questo, stiamo anche creando video tutorial, suddividi per 14 categorie che, il lavoratore sarà in grado di visionare negli orari più opportuni. Quindi: la sera, e non nelle ore di lavoro. I corsi on line infatti, obbligavano l'utente a seguire i corsi in diretta live, quando il docente attivava la lezione. Ora, con questi video registrati, stiamo eliminando il problema dell'orario prestabilito in cui seguire il corso. E siamo solo all'inizio di esigenze che nasceranno da un modo completamente nuovo di lavorare'.  

 

Postazioni digitali performanti in qualunque luogo. 'Sì, è ciò che ci viene chiesto, necessità per le quali siamo a disposizione. Ovvero: oggi si lavora dalla cima di una montagna, fino alla riva del mare, piuttosto che da luoghi più o meno ameni, ecco che l'esigenza comune è avere sistemi che garantisco ottime prestazioni di connettività, abbinate a software in grado di comunicare, condividere e gestire contenuti digitali, verso colleghi, clienti e fornitori, in sicurezza'.  

 

'Le sfide sono aumentate e questo rende entusiasmante la nostra attività. Giungono sempre più spesso richieste originali, nuove, dettate dalle concomitanze create dalla pandemia. L'era pandemica ha mutato le nostre abitudini lavorative. Possiamo lavorare in ogni dove. Un concetto nuovo che da un lato garantisce una enorme libertà e metta alla prova aziende come le nostre, pronte a fornire soluzioni tecnologiche per i cosiddetti uffici virtuali' conclude Feregotto che fa una riflessione sulle aree montane, anche della regione Friuli Venezia Giulia, fin non molto tempo fa, considerate 'svantaggiate' per i cosiddetti limiti geografici imposti dal trovarsi in zone scomode da un punto di vista logistico. 

 

'Possiamo pensare che le conseguenze positive di questa pandemia possano riguardare anche aree, fino a non molto tempo fa considerate 'limitanti' per le poche chance lavorative offerte o per la scomodità; ora invece rivalutate, per la possibilità che offrono di vivere in contesti naturali di qualità, e con una buona connessione, adatti anche al lavoro da remoto. Le cosiddette 'periferie' stanno divenendo luoghi da rivalutare, in stretta connessione con la tecnologia, senza la quale non si potrebbero accorciare in questo modo le distanze fisiche dalle sedi aziendali, nel mondo intero sottolinea Feregotto.  

 

Infostar è cresciuta anche nel 2020, mettendo a segno un fatturato da 1,5 milioni, con 15 addetti.  

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale FROOGS

Modifica consenso Cookie