Professioni

Professioni: Ente pluricategoriale, sì a difesa contro Agea

Tar dà ok a Epap; agronomi esclusi da Centri assistenza agricola

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 24 GIU - Il Tar del Lazio ha riconosciuto che l'Epap (Ente di previdenza ed assistenza di dottori agronomie forestali, fisici, chimici, geologi, attuari) "ha interesse e titolo ad intervenire nei giudizi promossi per difendere le ragioni dei professionisti iscritti all'Ente contro i provvedimenti che possono indirettamente ledere i loro diritti professionali e patrimoniali, in quanto da tale lesione ne deriva un danno" per la Cassa privata. Si tratta, a giudizio del presidente Stefano Poeta, di "un riconoscimento importantissimo del ruolo degli Enti di assistenza e previdenza dei professionisti. Difatti, poiché le prestazioni sono erogate impiegando le risorse derivanti dai contributi versati dagli iscritti in ragione del fatturato maturato, si è riconosciuto che l'Ente ha interesse a tutelare la capacità reddituale degli iscritti per garantire la continuità e consistenza della contribuzione da impiegare per continuare ad erogare prestazioni a favore loro e dei loro familiari", recita una nota. L'Epap, si ricorda, "è intervenuto nel giudizio promosso da un Centro di assistenza agricola che si opponeva ai provvedimenti dell'Agea", con i quali l'Agenzia Agenzia per le erogazioni in agricoltura (organismo pagatore nell'ambito dell'erogazione dei fondi dell'Unione europea ai produttori agricoli, ndr) "aveva stabilito che i Centri non potevano più avvalersi di liberi professionisti, ma solo di dipendenti, in tal modo incidendo negativamente sulla capacità reddituale e, quindi, contributiva a favore dell'Ente". Nel merito, si riferisce, "il Tar del Lazio ha riconosciuto il valore e la competenza dei professionisti, nonché la loro affidabilità, in tal modo smentendo le argomentazioni dell'Agea che al fine di efficientare i Centri di assistenza agricola riteneva irragionevolmente che fosse necessario avvalersi solo di personale dipendente". Un "grande risultato per la categoria degli agronomi, ma in generale di un nuovo ed importante passo verso l'affermazione di un modello di cooperazione tra mondo delle professioni e amministrazione", si legge, in chiusura. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie