Professioni

Inpgi: Ente biologi, attingere ai lavoratori senza una Cassa

Stallone (Enpab-Adepp) su Istituto di previdenza dei giornalisti

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 25 GIU - È "necessario definire azioni di sistema che delineano i nuovi confini professionali": a dichiararlo la presidente dell'Enpab (Ente di previdenza dei biologi) e vicepresidente dell'Adepp (Associazione degli Enti pensionistici privati) Tiziana Stallone, intervenendo "in solidarietà" nei confronti dell'Inpgi, la Cassa di previdenza dei giornalisti, che "punta sull'allargamento delle platee, come spinta propulsiva all'uscita dalla crisi in cui grava l'Istituto".
    Tutto il sistema previdenziale privato, si legge in una nota, "necessita di intercettare quei 'lavori collaterali' alle professioni riconosciute dagli Ordini, al fine di sistematizzare concretamente i settori lavorativi a beneficio del sistema e degli iscritti che vedranno così riconosciute le giuste collocazioni professionali. Pensiamo - incalza - a tutti i laureati non iscritti a un Albo ma che esercitano la libera professione. Questa scelta non è giustamente collocata se si pensa solo alle problematiche di ogni singola Cassa ma certamente potrebbe risultare di ampio respiro per il sistema previdenziale privato poter attingere a tutti quei lavoratori autonomi e liberi professionisti senza Cassa, che non trovano oggi legittimazione e appartenenza", conclude Stallone. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie